Alice Maria Arzuffi conquista uno storico successo per il ciclocross femminile italiano: la classe 1994, in forza alla Steylaerts-Bet First, è la prima azzurra di sempre a vincere una tappa del Superprestige, competizione di ciclocross composta da otto prove che si svolgono tra Paesi Bassi e Fiandre ogni anno nel periodo compreso tra ottobre e febbraio, ininterrottamente disputato dalla stagione 1982-1983.

La Arzuffi ha conquistato la 4ª tappa davanti a Nikki Brammeier e alla campionessa del mondo Sanne Cant. Partita con un ritmo costante ma non forsennato, l’italiana è risalita mano a mano raggiungendo la compagna di squadra Annemarie Worst e la campionessa del mondo Sanne Cant, mostrando notevoli doti nella conduzione della bicicletta nel fangosissimo tracciato di Gavere. L’attacco decisivo è avvenuto a due giri dalla fine, allungo che le ha permesso di conquistare quei 17” su Nikki Brammeier decisivi ai fini della vittoria. Discreta prova anche per Eva Lechner, vincitrice al Brico Cross in settembre, 6ª al traguardo a 51” dalla connazionale vincitrice.

Ai fini della classifica generale la Arzuffi, terza e seconda nelle prime due tappe, ha ridotto a soli due punti il ritardo dalla capolista Worst, a quota 53 punti.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!