Vari

Biathlon / Mondiali: fantastica Wierer! E’ oro! “E non stavo bene, incredibile!”

L-Italienne-Dorothea-Wierersa-deuxieme-place-poursuite-10-Pokljuka-Slovenie-9-decembre-2018_0_1398_931

Ai Mondiali di biatlhon di Oestersund (Svezia) Dorothea Wierer conquista la prima medaglia d’oro iridata femminile per l’Italia con una prova eccezionale. Dorothea compie un autentico capolavoro nella gara che chiude la rassegna iridata, la mass start.  Era dal 1997, con il trionfo di Wilfried Pallhuber nella sprint maschile, che l’Italia non portava a casa un titolo mondiale, mai nessuna donna ci era riuscita. Facile e scontato dire che Dorothea ha scritto una pagina di storia del biathlon e dello sport azzurro.
E’ incredibile – ha detto Dorothea dopo il traguardo a caldo – Non me l’aspettavo. Ieri stavo male quindi non pensavo proprio di centrare un risultato simile. Dopo i tre zero al poligono mi sono resa conto che l’oro era una possibilità. Pensavo di poter arrivare calma all’ultimo, ma invece decisamente non lo ero. L’ultimo giro è stato molto tosto, perché le altre erano lì, molto vicine“.
Se allarghiamo il discorso alla Coppa del mondo, l’impresa è ancora più grande, perché l’altoatesina va in testa alla classifica di specialità, ma soprattutto ancora una volta conquista il pettorale giallo, raggiungendo in classifica la compagna di squadra Lisa Vittozzi, a sua volta epica nella rimonta dopo i tre errori nella prima serie, passando dalla 28esima all’ottava posizione. Adesso le due azzurre hanno esattamente gli stessi punti, 852, contro i 753 di Marte Olsbu Roeiseland, oggi settima, ma il simbolo del leader andrà a Wierer perché ha una vittoria in più (tre), sebbene, considerando i due scarti che andranno fatti a fine stagione, in realtà è la Vittozzi a essere ancora virtualmente al comando, perché al momento le vanno sottratti 28 punti contro i 36 di Dorothea. In ogni caso le due hanno un bel margine sulla norvegese a tre gare dal termine, quelle che si disputeranno la prossima settimana a Oslo, nella tappa conclusiva, proprio in casa della rivale.
Da giovedì 21 marzo, con la sprint, parte infatti la volata finale per la sfera di cristallo.

Ordine d’arrivo mass start femminile Mondiali/Cdm Oestersund (Swe)
1 WIERER Dorothea ITA 2 37:26.4
2 YURLOVA-PERCHT Ekaterina RUS 2 +4.9
3 HERRMANN Denise GER 4 +15.4
4 OEBERG Hanna SWE 3 +52.7
5 ECKHOFF Tiril NOR 4 +57.7
6 DAHLMEIER Laura GER 4 +1:03.4
7 ROEISELAND Marte Olsbu NOR 4 +1:10.1
8 VITTOZZI Lisa ITA 4 +1:11.2
9 PERSSON Linn SWE 3 +1:29.7
10 REID Joanne USA 4 +1:32.1

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare