Altri sport Ciclismo Due ruote

Ciclismo / Giro Rosa: tutto sulla tappa di oggi da Vittorio Veneto a Maniago

Fonte: Federciclismo

Ancora tre tappe al termine del 30° Giro Rosa Iccrea: si corre oggi la più lunga dell’intera edizione. L’ottava tappa propone 133,3 km da Vittorio Veneto a Maniago. In una frazione interamente sita in Veneto, le girine devono affrontare due GPM nella parte centrale, quello di Andreis-Forcella di Pala Barzana e quello di Clauzetto. Per quanto il finale non proponga difficoltà altimetriche, le salite precedentemente citate preannunciano grossa selezione.
La Vittorio Veneto-Maniago sarà una tappa dalle grandi emozioni e impegnativa. Al 25° chilometro si disputerà il primo traguardo volante a Polcenigo, seguito dall’attraversamento del parco del Cro di Aviano. La maggiore asperità di giornata sarà la forcella di Pala Barzana (Gpm di seconda categoria a 863 metri di altitudine, 61° chilometro), seguita dal Clauzetto (Gpm di terza categoria, 600 metri, 97° chilometro) prima dell’arrivo in piazza Italia a Maniago.
Ieri Marianne Vos ha conquistato la sua terza vittoria in questa edizione imponendosi al termine di una finale molto accesso davanti ad Anna Van Der Breggen e a Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo)Annemiek. Van Vleuten resta in cima alla classifica generale, è sempre lei la candidata alla vittoria finale.
La tappa odierna sarà trasmessa in highlights da PMG Sport su 70 piattaforme televisive quali Eurosport aderenti al Gruppo Eurovisione. Una ampia sintesi andrà in onda su Raisport e in streaming su vari canali nazionali ed internazionali

Giro Rosa 2019, ottava tappa

ORDINE DI ARRIVO 7° TAPPA:

1. Marianne Vos
2. Anna Van der Breggen
3. Elisa Longo Borghini
4. Annemiek Van Vleuten
5. Demi Vollering
6. Soraya Paladin
7. Katarzyna Niewiadoma
8. Ashleigh Moolman – Pasio
9. Ane Santesteban Gonzalez
10. Amanda Spratt

CLASSIFICA GENERALE DOPO LA 7° TAPPA:

1. Annemiek Van Vleuten 15h01’51”
2. Anna Van der Breggen +4’08”
3. Katarzyna Niewiadoma +4’23”
4. Lucinda Brand +5’26”
5. Amanda Spratt +5’30”
6. Elisa Longo Borghini +5’43”
7. Katharine Hall +6’20”
8. Ashleigh Moolman – Pasio +6’39”
9. Juliette Labous +6’39”
10. Erica Magnaldi +6’46”

Informazioni sull'autore

Stefano Nouvion

Stefano Nouvion

Dopo esserci occupati dell'analisi antropologica di alcune categorie di esseri umani tra cui i gli influencer, gli odiatori seriali sul web e le gnocche che guadagnano soldi su Instagram, oggi faremo una breve ed interessante analisi su un altro archetipo antropologico: il sottoscritto.
Il sottoscritto è un essere nato nel Nord Ovest italico, più precisamente nella striscia di terra chiamata Liguria, ancor più precisamente in quel di Genova, il 13 luglio 1994. Di solito quando si trova in territori al di fuori da queste zone, in particolare in qualsiasi posto a nord dei Giovi, soffre di saudade in forma grave.
Ottenuto il diploma di maturità (mica tanto) scientifica (ancor meno, mi sveglio ancora la notte con la paura dei compiti di trigonometria) nel 2013, il 3 maggio 2019 è riuscito a lasciare quel girone dantesco che è l'università e soprattutto il dipartimento di giurisprudenza.
Sono così malato di ciclismo che, non pago d'averlo praticato a livello giovanile, lancio la volata ogni volta che mi trovo davanti ad un monumento importante. Una volta ho pure provato a fare colpo su una ragazza con un romanticissimo: "Appena ti ho vista ho sentito le farfalle allo stomaco come nella tappa del pavé di Nibali al Tour 2014".

Commenta

Clicca qui per commentare