Una splendida Marta Bastianelli conquista la Omloop van het Hageland 2019, la seconda delle tre semiclassiche d’avvicinamento al Giro delle Fiandre, regolando in volata Lotta Lepistö e Leah Kirchmann. La campionessa europea conferma l’ottimo stato di forma e dopo il secondo posto di ieri alla Omloop Het Nieuwsblad coglie un successo non certo scontato, viste anche le prime fasi di gara piuttosto concitate nelle quali s’è vista costretta anche ad inseguire le rivali.

Omloop van het Hageland 2019

Il percorso della Omloop van het Hageland 2019 ha presentato un numero ridotto di settori in pavè rispetto alla Omloop Het Nieuwsblad, pur rimanendo piuttosto impegnativo: 132 i km da percorrere, con i primi 60 km caratterizzati dal lungo settore di pavè di Desselhaegenveld (1700 m) nonché dal muro di Sint Laurentiuskerk, antipasto dell’arrivo a Tielt e dell’inizio del circuito finale. In ciascuno dei cinque giri le atlete hanno dovuto affrontare due brevi ma impegnative ascese, la più dura delle quali è il Roeselberg (700 m al 4%), affrontato per l’ultima volta a 7 km dalla fine, prima della quale sarà presente un altro strappo più gentile dal punto di vista delle pendenze.

La prima parte di gara, corsa a ritmo sostenuto, ha visto vari tentativi di fuga e persino una frattura in due tronconi del gruppo. Lavoro aggiuntivo per il Team VIRTU Cycling di Marta Bastianelli, che ha dovuto impegnarsi un dispendioso inseguimento atto ad evitare di tagliar fuori la campionessa europea in carica dalla lotta per la vittoria. La dinamica di gara non è cambiata con l’ingresso nel circuito finale: Team Sunweb, Trek-Segafredo e Mitchelton-Scott hanno monopolizzato le prime posizione del gruppo, cercando a turno di mandare una propria atleta in avanscoperta. Solo a poco più di 40 km dal traguardo Franziska Koch (Mexx-Watersley International WCT) è riuscita a sfuggire dalle grinfie del gruppo, lanciandosi in un’azione in solitaria. Il gruppo non ha lasciato in ogni caso molto spazio alla giovanissima tedesca, la quale non ha mai goduto di più di 1′ di vantaggio, venendo ripresa a poco più di 20 km dal traguardo. Team Sunweb, Trek-Segafredo e Mitchelton-Scott hanno ripreso il lavoro temporaneamente interrotto dall’attacco della Koch, cercando di mettere le rispettive capitane nelle migliori condizioni per poter vincere. Eccezionale, a questo proposito, il lavoro compiuto da Susanne Andersen in casa Team Sunweb, da Ellen van Dijk in casa Trek-Segafredo e da Lucy Kennedy in casa Mitchelton-Scott, le quali hanno permesso alle compagne di squadre di rimane al coperto fino agli ultimissimi chilometri, annullando inoltre gli ultimi vani tentativi di evitare la volata finale. La volata vincente della Bastianelli ha messo in mostra lo spunto veloce ma anche la furbizia dell’ex iridata, che ha contenuto la rimonta della Lepistö indirizzandola verso uno spazio dove non la finlandese non sarebbe riuscita a passare.

Omloop van het Hageland 2019 – Ordine d’arrivo

1ª) Marta Bastianelli (Team VIRTU Cycling)
2ª) Lotta Lepistö (Trek-Segafredo)
3ª) Leah Kirchmann (Team Sunweb)
4ª) Roxane Fournier (Movistar Team)
5ª) Gracie Elvin (Mitchelton-Scott)
6ª) Eugénie Duval (FDJ Nouvelle-Aquitaine Futuroscope)
7ª) Susanne Andersen (Team Sunweb)
8ª) Sofie De Vuyst (Parkhotel Valkenburg Cycling Team)
9ª) Christina Siggaard (Team VIRTU Cycling)
10ª) Natalie van Gogh (Biehler Pro Cycling)

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!