Ieri vi abbiamo parlato della festa del Brescia per la vittoria del secondo scudetto, ma anche della gioia dell’AGSM Verona che in una stagione, pur travagliata, è riuscito a conquistare il secondo piazzamento che significa Women’s Champions League per la prossima stagione. Oggi dobbiamo raccontare dell’altra faccia della medaglia, quella delle quattro squadre retrocesse in serie B.

VITTORIO VENETO – Si erano guadagnate la serie A sul campo, ma in questa stagione non sono riuscite a tenersela stretta. La sconfitta contro il Tavagnacco e le vittorie di Res Roma e Luserna hanno condannato anche il Vittorio Veneto alla B.

Mister Fattorel per il programma Tose nel Pallone spiega: “Abbiamo fatto un’esperienza in serie A che è stata molto, molto positiva. Peccato per la regola strana delle 4 retrocessione su 12, sarebbe da rivedere. Non posso dire nulla alle ragazze, tante sono prodotti del nostro settore giovanile mentre altre 4 o 5 sono arrivate, hanno dato tutto. Meritano un applauso sia la società che le ragazze. Avremmo dovuto fare prima i punti, non tanto in questa ultima gara”.

PINK BARI – A Bari, nello ultimo scorcio di stagione la squadra ha iniziato a credere fermamente nella salvezza passando in poche settimana dall’ultimo posto all’ottavo, ovvero l’ultimo valido per festeggiare la permanenza nella massima serie. Ad un certo punto la squadra di mister Cardone si è addirittura trovata in vantaggio contro il Brescia, rischiando di inguaiare la lotta verso il titolo delle Leonesse che poi hanno saputo reagire e ribaltare il risultato. Sabato contro il Luserna lo spareggio salvezza ha condannato le ragazze della Pink alla caduta in serie B.

“Le sconfitte sono sempre dure, – ha commentato il presidente della Pink, Alessandra Signorile a corrierepl.itquesta ancor di più perché ci rimanda in Serie B. Ci organizzeremo per ricercare di risalire al più presto in Serie A, perché la nostra città lo merita. Il progetto Pink è un progetto consolidato nel tempo, sono 16 anni che operiamo in città e in tutto il Sud Italia”.

RIVIERA DI ROMAGNA – Chiude con 15 punti il Rivera di Romagna che a Milano Marittima è stato spettatore del successo del Brescia che si è imposto con un netto 8 a 0. Le speranze di restare in serie A per le romagnole si erano già spente nel precedente fine settimana con la sconfitta contro il Vittorio Veneto.

SUDTIROL DAMEN – Ultime in classifica le altoatesine, con 13 punti, hanno salutato la serie A già sabato 14 maggio. Nell’ultima gara un bel pareggio per 3 a 3 contro il San Zaccaria.

Sulla pagina Facebook del Sudtirol il messaggio di arrivederci alla massima serie e non solo: “Termina con un pareggio questa Serie A per il CF. 3-3 contro il San Zaccaria. Che felicità per il primo gol in campionati nazionali di Martina Menegoni! Tanti minuti, tante battaglie, tanti sfottò…. E ora tanta tanta gioia condivisa da tutte! Tanta emozione anche per un percorso lungo 8 anni con Irene..la nostra Irene..lei ha deciso di abbandonare il calcio….ma è bello sapere che sarà sempre con noi, e noi con lei. Grazie Ire. Sempre forza CF”.

 

 

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!