Archivio

Danone Nations Cup, Tavecchio: “Lo sviluppo del calcio passa attraverso le donne”

tavecchio-panico

“Belive in your dreams” questo il messaggio che hanno voluto lanciare FIGC e la Danone Nations Cup. Questa nuova collaborazione apre al calcio femminile le porte del più grande torneo di calcio Under 12 al mondo che dal 2000 ha visto coinvolti 2.5 milioni di atleti tra i 10 e i 12 anni provenienti da oltre 40 paesi.

Calcio d’inizio a maggio. Durante la conferenza stampa di presentazione ha parlato il presidente della FIGC, Carlo Tavecchio: “Lo sviluppo del calcio in Italia passa attraverso la crescita del movimento femminile. La Federcalcio ha introdotto nuove norme e sta investendo molto, ma è attraverso il lavoro del Settore Giovanile e Scolastico sul territorio che si gettano le basi per il suo solido sviluppo. Per questo ringrazio la Danone per la sensibilità con la speranza che su questo tema in futuro si possa dar vita ad una collaborazione ancor più sinergica”.

Presenti per l’occasione il direttore generale Michele Uva, il presidente del Settore Giovanile e Scolastico Vito Tisci e, per la Danone, l’amministratore delegato Marc Gosselin e l’attaccante della Fiorentina Women’s Patrizia Panico, scelta come portavoce. “Sono molto felice – è il commento di Patrizia Panico – di rappresentare il calcio femminile in un progetto come la Danone Nations Cup, che è un ulteriore passo verso la crescita della nostra categoria e la diffusione di questo sport sempre più amato dalle giovani ragazze. Calcio significa passione, dedizione, soddisfazione, ma anche tanti sacrifici soprattutto per chi è donna e un torneo come questo insegna alle più giovani e alle loro famiglie i giusti valori del giocare a calcio sostenendo un messaggio di positività in quello che è un settore ancora pieno di pregiudizi”.

(Fonte foto: FIGC)