Ciclismo Due ruote Mountain Bike

Donne in bici: a Finale Ligure ci sono ancora posti per un weekend davvero speciale

Ci sono ancora posti per un weekend davvero speciale a Finale Ligure dove è stato organizzato un raduno di sole donne davvero unico. Tre giornate all’insegna dello sport e del divertimento alla scoperta dell’entroterra del Ponente ligure e del territorio di Finale in particolare. Si potrà girare in bici, fare corsi di meccanica, testare nuovi prodotti, vivere delle esperienze outdoor, conoscere il territorio della “Mecca della Mountain Bike”, e divertirsi insieme a tante altre ragazze con la stessa passione: quella per la bicicletta. L‘evento è stato aperto anche alle appassionate di bici da strada, con un programma dedicato. La rassegna “in rosa” animerà il Finale Freeride Outdoor Village il 29, 30 e 31 marzo prossimi.
L’evento mountain bike al femminile nella città di Finale Ligure è dedicato alle donne e ai gruppi di ragazze che voglio scoprire l’outdoor – spiega Enza Marino, ciclista praticante ed esperta del mondo outdoor,  fondatrice di RxM Infinity Outdoor – Abbiamo ricevuto già tante adesioni, molte iscritte verranno da sole, altre con la famiglia al seguito per un week end davvero speciale. Le iscrizioni sono ancora aperte. Il Festival racchiude un intenso week end ricco di sorprese, giri di bici e tante altre attività che ci fanno scoprire tanti modi per vivere Finale Ligure all’aria aperta: dal mare alla montagna! Wheels for Ladies è un esperienza aperta a tutti, dai principianti agli esperti, anche per chi desidera provare un’esperienza nuova per avvicinarsi a questo magnifico sport “.
Sabato sera, tra le tante cose da fare, ci sarà anche un convegno dal titolo “Progetto inclusione” dedicato proprio al tema di come lo sport all’aria aperta possa essere un’occasione per le persone in difficoltà. “Trasformare un bisogno sociale, in una opportunità per il territorio – spiega Cinzia Cullacciati, presidente della Onlus “Una mano per” – è arrivato il momento di fare qualcosa di diverso dal passato quando alle amministrazioni si chiedeva e basta. Noi associazioni per prime dobbiamo cambiare metodo e mentalità. Chiedere e basta non porta niente a nessuno. Proviamo a metterci a disposizione dal punto di vista tecnico e strutturale per far comprendere il bisogno e poi dal punto di vista economico con raccolte fondi coinvolgendo tutti i cittadini che si sentono coinvolti nell’azzerare un bisogno sociale del loro territorio. Così facendo oltretutto si creerebbero anche opportunità di lavoro“.
Per prenotazioni o informazioni è possibile scrivere a info@wheelsforladies.it o cliccare sulla pagina Facebook wheelsforladies  o andare sul sito (che è in aggiornamento) www.wheelsforladies.it