Torna sabato Rosamimosa, la gara podistica al femminile più antica d’Italia organizzata dal Gruppo sportivo le Torri di Firenze per sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti delle donne. La manifestazione comprende una corsa competitiva di 8 chilometri e una passeggiata ludico motoria di 5 chilometri, aperta a tutte le donne e una gara giovanile su pista aperta alle scuole medie e superiori.
Organizzata dal gruppo sportivo Le Torri Podismo nel Quartiere4 presso l’impianto sportivo Betti di via Filerete, quest’anno è intitolata “Donne in corsa per la parità sul lavoro”. Il risvolto sociale questa edizione è appunto dedicato ad ad tema molto delicato che porteremo avanti in collaborazione con Jobbando, un’importante associazione di Calenzano che organizza un congresso molto importante a Firenze sul mondo del lavoro in cui si incontrano la domanda e l’offerta.

Questa mattina la gara è stata presentata ufficialmente a palazzo del Pegaso

Inoltre la giornata sarà dedicata anche a Cure2Children, l’associazione che ha come scopo quello di aiutare i bambini con cancro o malattie ematologiche gravi in regioni meno abbienti, ad accedere ad una cura locale affidabile ed accessibile. Sabato un euro per ogni atleta verrà devoluto proprio all’associazione.

E’ una gara di grande tradizione basti pensare che è la più vecchia d’Italia nel suo genere –  spiega Catia Ballotti, presidente Gs Le Torri Podismo – stiamo cercando di valorizzarla ulteriormente coinvolgendo il maggior numero di persone. Deve essere una giornata di festa con la donna al centro dell’attenzione ovviamente. Alle prime 250 iscritte la maglietta della manifestazione; medaglia di ricordo alle prime 150 arrivate alla gara competitiva, e saranno premiate le tre scuole. Le iscrizioni sono aperte!“.