E’ cominciato oggi l’europeo della azzurrine dell’under 17, che a marzo dopo un percorso lodevole nella fase élite svoltasi in Romagna, erano riuscite a strappare il pass per questa importante competizione.
Il fischio d’inizio di Borisov delle ore 16.30 (15.30 italiane), ha dato il là a novanta minuti intensi ma privi di gol: il match è infatti terminato 0-0 regalando un punto a ciascuna delle due formazioni.
La prima a farsi vedere dopo appena un minuto è Greggi, che tenta subito ma non trova la porta, le ceche rispondono con una serie di calci d’angolo su cui, però, l’Italia riesce sempre a non farsi sorprendere. Merlo e ancora Greggi ci provano al 16’ e al 18’, ma non si rendono pericolose abbastanza da impensierire la numero uno avversaria. La Repubblica Ceca si vede poco, sono proprio le azzurre ad osare di più, ma non abbastanza visto che al duplice fischio, nonostante qualche chance sia sua azione che su calcio da fermo, sia capitata tra i piedi delle ragazze di coach Guarino.
Nella ripresa una novità in casa azzurra: Labate prende il posto di Polli. Si scuotono un po’ le ragazze ceche ma né Vojtková né Šlajsová trovano lo specchio, l’Italia, invece, va un po’ in affanno e concede qualche punizione, salvo poi neutralizzarle. Guarino manda in campo anche Brignoli al posto di Regazzoli e le nostrane, seppur non perfette, appaiono più su di giri rispetto alle avversarie. Merlo si procura un paio di situazione invitanti da fermo ma non riesce a pungere. Al 68’ ci prova Labate, nulla di fatto anche per la giovane attaccante della Res Roma. L’italia c’è e continua a produrre, la Repubblica Ceca, nel frattempo, sfrutta tutti i cambi a disposizione. Caruso e compagne ci credono, si riversano completamente nell’area avversaria ma nonostante i quattro minuti di recupero non riescono a beffare Lipkova, sfortunata quando Glionna infrange la sua conclusione sul palo.
È uno 0-0 che va un po’ stretto alle azzurrine viste le diverse chance avute, ma che comunque fa “tirare un sospiro di sollievo” in virtù dell risultato dell’altro match: Germania – Spagna è terminata 2-2 grazie al gol a 6’ dal termine di Buhl, autrice di una doppietta.

Soddisfatta a metà il tecnico Rita Guarino al termine: “Non siamo riusciti a giocare come al nostro solitoil commento del tecnico azzurro a figc.itabbiamo trovato molte difficoltà nel primo tempo e questo ha permesso loro di difendere bene gli spazi e costringerci a lanciare lungo. Abbiamo prodotto qualche occasione da gol colpendo un palo e rovesciandoci nella loro area sul finale di partita, a conti fatti la gara l’abbiamo fatta più noi di loro, ma non è bastato per vincere. In classifica siamo tutte appaiate e per la qualificazione è ancora tutto aperto”.

L’Italia tornerà in campo, per provare a farsi valere in questo girone di ferro, sabato a Zhodino, quando alle ore 16 (15 italiane) incontrerà la Germania.

Tabellino
Italia-Repubblica Ceca 0-0
Italia: Lauria, Merlo, Veritti, Regazzoli (15’ st ’Brignoli), Caruso, Santoro, Greggi, Cantore (33’ st Porcarelli), Cecotti, Polli (1’st Labate), Glionna. Allenatore: Guarino.
Repubblica ceca: Lipkova, Sivakova (29’ st Ciperova), Klimova, Kavalova, Prikaska, Dubcova, Vojtkova (39’ st Kodadova), Slajsova, Khyrova, Staskova. Allenatore: Rada.
Arbitro: Aguilar (POR). Assistenti: Seniuk-Mikulska (POL) e Kolomiceva (LVA). Quarto assistente: Tereshko (BLR).

Risultati e classifiche dei gruppi della Fase Finale del Campionato Europeo
Gruppo A
Bielorussia-Serbia 1-5
Inghilterra-Norvegia 3-2
Classifica: Serbia e Inghilterra 3 punti, Norvegia e Serbia 0

Gruppo B
ITALIA-Repubblica Ceca 0-0
Germania-Spagna 2-2
Classifica: ITALIA, Spagna, Germania e Repubblica Ceca 1 punto

I prossimi impegni delle Azzurrine
7 maggio – Ore 16 (15 italiane) ITALIA-Germania (Zhodino)
10 maggio –  Ore 16 (15 italiane) ITALIA-Spagna (Zhodino)
13 maggio – Semifinali (Zhodino)
16 maggio – Finale 1° e 2° posto (Borisov)

Foto: figc.it

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!