Anno 1997. Federica Pellegrini, ovviamente già in costume da bagno, gioca con il fratello Alessandro e i suoi cugini. La foto (bellissima anche per i colori che la fanno assomigliare in qualche modo a un quadro del Caravaggio come un suo ammiratore commenta) è stata pubblicata dalla campionessa sul proprio profilo Instagram. In evidenza un momento della vita privata di una bambina che all’epoca aveva appena nove anni ma che aveva già iniziato a fare le prime nuotate ai corsi avanzati nella piscina della società Serenissima di Mestre.
Il fratello Alessandro qualche tempo fa aveva ricordato al Corriere della Sera qualche aneddoto divertente di quando erano bambini.
Della loro infanzia ricorda le nottate in cui chiedeva di potersi infilare nel suo letto per vincere la paura del buio e dell’unica volta in cui avvenne il contrario. «Avevamo visto Dracula di Bram Stoker e lei, che mi costringeva a guardare gli horror, dopo volle dormire con me».
Federica Pellegrini per un periodo è stata anche Italo. «La chiamavo così perché era un maschiaccio: dopo aver visto Soldato Jane, per tre estati di seguito si volle rasare i capelli sulla nuca. Cominciai a chiamarla Italo come il protagonista della “Rubrica dell’agricoltore agricolo” inventato dai Catarrhal Noise, un gruppo demenziale che cantava in dialetto veneto“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!