Il Fimauto calcio femminile torna a giocare tra le mura amiche dello Stadio Olivieri di Via Sogare a Verona, domenica 6 novembre, per la 4^ giornata di campionato contro il Trento Clarentia. Il morale in casa Fimauto è senza dubbio alto dopo la netta vittoria per 8-1 nel derby contro il Vicenza; l’intenzione, è inutile sottolinearlo, è quella di continuare con questo ritmo e di tallonare da vicino la capolista – a punteggio pieno – Pro San Bonifacio.

“La squadra ad oggi – spiega l’allenatore Diego Zuccher – sta bene e la vittoria di Vicenza ne è la dimostrazione. E’ vero, il derby è stato a senso unico a nostro vantaggio, ma non era così scontato portare a casa i tre punti. Domenica siamo stati superiori in tutto, ma giocare con squadre tecnicamente meno dotate è sempre un’incognita. Le ragazze hanno interpretato bene la partita, senza mai abbassare la guardia e rimanendo concentrate per tutti i novanta minuti. Questo è un ottimo segnale anche in vista dei prossimi impegni”.

“La rosa – prosegue Zuccher – quest’anno si è completata, con diverse alternative in ogni ruolo. C’è un gesto mix tra giovani e giocatrici di esperienza. La crescita quest’anno dovrà arrivare soprattutto a livello di consapevolezza dei nostri mezzi e di personalità. Il gruppo è sempre molto disponibile al lavoro ed intelligente. Le straniere si stanno ambientando anche se stanno pagando un poì lo scotto, soprattutto, a livello di linguaggio. Stiamo gestendo al meglio il loro inserimento, senza bruciare le tappe. Quando saranno pronte e inserite al 100% nei nostri meccanismi, sono convinto potranno essere molto utili alla causa Valpo. Loro ce la stanno mettendo tutta e questo è un ottimo segnale.”

“Il Trento – conclude Zuccher – è una buona squadra, che concorrerà per le zone medio-alte della classifica. Arriva da una bella vittoria per 4-2 contro l’Azalee, da un buon pareggio a mozzecane e da una sconfitta, di misura per 3-2 all’esordio, contro l’Inter. Sarà un impegno da prendere con le molle ma sicuramente alla nostra portata. Noi imposteremo la partita per imporre il nostro gioco e per portare a casa la vittoria. Il campionato quest’anno è molto equilibrato. Le prime tre giornate hanno a mio avviso già dato delle indicazioni: per la retrocessione sarà a mio avviso una questione tra due massimo tre squadre mentre, per la promozione, vedo leggermente avvantaggiate Fimauto, Pro San Bonifacio e Inter. Le altre squadre sono tutte mine vaganti che possono mettere in difficoltà tutti e far perdere punti. Ecco perché ogni impegno deve essere affrontato con la massima attenzione e con l’obiettivo di portare a casa il bottino pieno: l’esperienza dello scorso anno insegna”.

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!