Presento, canto, ballo, recito e doppio. Francesca Belussi sulla sua carta d’identità alla voce “professione” potrebbe scrivere così. Tanta esperienza nel mondo della televisione, un passato da ballerina e un futuro, chissà, da cantante. Già perché Francesca ha doti canore straordinarie che per ora fa sentire solo ai vicini di casa,  ma che in futuro potrebbe invece rappresentare una nuova svolta nella sua carriera.
Ma è vero che la quarantena ti ha riavvicinata al mondo dello sport?
Sì, anche se  devo essere onesta: lo faccio giusto per tenermi in forma, non sono mai stata una fissata. A pensarci bene, però, sono campionessa olimpica di idromassaggio e campionessa mondiale di idromassaggio (ride ndr). Continuo a postare storie su Instagram di muffin, giardinaggio, torte quando sono stata contattata da Sportdonna.it , pensavo ci fosse un errore!

Hai comunque un passato da sportiva…
“Ho giocato a pallavolo da ragazzina, andavo anche in bicicletta, però ho proseguito sempre con la danza che mi serviva per lavoro”
Una delle tue passioni è il canto che, come pallavolo e danza, hai messo da parte..
Quando ero giovane facevo spettacoli, eventi, tour, i dischi dance. Poi ho lasciato il canto perchè ho cominciato a lavorare in televisione ed il tempo a disposizione era sempre meno.”
Hai smesso definitivamente di cantare?
“Non l’ho mai abbandonato del tutto, è la mia passione, è il mio relax. La stiamo vivendo con molta tranquillità, canto per me e lui. Magari facciamo i Jalisse 2.0. Mio marito è l’autore dei testi e scrittore delle musiche”
Sei il volto di tante pubblicità…
Si, lavoro abbastanza A volte anche solo con delle parti del corpo (ride.. ndr), mi è capitato di “prestare” anche solo le mani ma va bene così”.
Hai lavorato tanto nel calcio, per quale squadra tifi?
“Sorrido ogni volta che vince l’Atalanta, essendo figlia di un grande tifoso nerazzurro, mi fa piacere. Se sei di Bergamo, non puoi non simpatizzare per l’Atalanta”.


Si dovrebbe riprendere a giocare le partite?
“Il campionato è giusto farlo ripartire, a porte chiuse, seguendo le normative. Non dobbiamo pensare ai giocatori milionari, ma alle tante persone coinvolte nel settore. Si potrebbe pensare anche a delle mascherine sportive. E’ giusto che riparta non solo il calcio,ma tutti gli altri sport. E’ un argomento delicato, però pensiamo che siamo qui a parlarne e non siamo da soli in terapia intensiva a combattere questa battaglia”
Tre aggettivi per descriverti
“Solare,pignola e golosa
Il più grande pregio che hai?
“Se una cosa mi piace, mi appassiono molto”
Un difetto?
“Sono gelosa della mia cerchia di amicizie e sentimenti. A volte sono anche una rompiscatole”
La prima cosa che fai al mattino?
“Do da mangiare a Sebastiano, mio figlio. Poi faccio colazione con molta calma”
L’ultima prima di andare a dormire?
Parlo con mio marito”:
In televisione hai fatto e fai tanto. Sei spigliata, solare e ironica. Cosa ti manca per il grande salto?
“Non lo so a volte me lo chiedo anch’io. Quando ho condotto su BOEIG un programma per bambini andava molto bene e, dal nulla, mi hanno chiuso il programma (Wanna dance), mi piaceva perchè era una dimensione giocosa, mi sarebbe piaciuto continuare
Quanto contano le amicizie importanti per fare carriera?
Molto. Io non mi lamento perchè in questi anni ho sempre lavorato, anche a livelli alti. Ma per fare un saltino in più, manca sempre l'”aiutino”, a volte basta avere l’agente giusto che ha fatto un favore al direttore di rete  e che quindi ti piazza. Spesso ci vuole fortuna. Ad esempio,quando ho fatto la sondaggina a Colorado nel 2007, mi sono chiesta “Siamo sicuri?” Eravamo 1000 ragazze e ne hanno scelte sei. E’ il connubio tra fortuna e bravura
Quando ti rivedremo in tv?
“Continuo ad esserci con le pubblicità, spero che mi chiamino presto…”.
Magari a Sanremo…
“Magari…”

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!