Francesca Marsaglia è tornata. Dopo anni di tribolazioni nell’ultima stagione la sciatrice azzurra ha fatto capire a tutti di essere di nuovo in grande forma. La sensazione è che il podio conquistato a Lake Louise sia solo l’inizio della sua risalita.
Francesca è stato ospite del canale Instagram di Sportdonna.it rispondendo così alle domande dei nostri lettori e dei suoi sostenitori.
Quando inizierete a mettere gli sci?
“Forse a giugno sul ghiacciaio dello Stelvio, ma non sappiamo ancora in che modo”.
Come ti sei allenata durante la quarantena?
“Abbiamo di fatto saltato le vacanze, il nostro sport non è stato toccato tanto da questo brutto periodo. Ho iniziato la terza settimana di allenamenti a secco”

Cosa hai scoperto durante la quarantena?
Ho avuto il tempo di stare in cucina. Non ho molta pazienza di solito e anche poco tempo, mi sono presa un mese di “vacanza” ed ho avuto modo di sperimentare nuove cose in cucina”.
Sei romana, piemontese d’adozione…
“Essere romana e andare bene sugli sci è motivo di orgoglio. Ho due genitori che ci hanno fatto provare qualsiasi tipo di sport. Mamma era allenatrice di tennis, papà di sci. Quando ci siamo trasferiti in Piemonte, mia mamma pensava fosse stato solo per 2-3 anni, adesso viviamo qui da quasi 20 anni. Papà lavorava qui nel ghiacciaio di Les des Alpes. Quando vivevamo a Roma era davvero complicato conciliare lo sci con la scuola”
Cosa ne pensi del ritiro delle sorelle Fanchini?
“Lasciano un grande vuoto, sono arrivata con loro, eravamo le più giovani e mi fa molto effetto. Nadia ha avuto una grande gioia con la maternità, Elena ha passato due anni molto difficili, ha avuto un sacco di operazioni alle ginocchia ed il fisico ha detto basta. Per noi sarebbe stata una festa incredibile a Cortina per dare l’addio alle nostre compagne. Peccato che sia finita con questo stop improvviso, mi è dispiaciuto tantissimo. Hanno fatto una grande carriera e sono persone stupende a livello umano.”
La gara di Cortina annulla per via del coronavirus sarebbe stata uno spettacolo per mille motivi…
“Sì, avremmo festeggiato la vittoria della Brignone, il mio ritorno, l’addio delle Fanchini.. è meglio non pensarci perchè mi viene il nervoso… ognuna di noi aveva fatto un podio nelle gare di Coppa del Mondo. Le persone ti fanno realizzare che abbiamo fatto delle grandi cose”.
In carriera purtroppo tanti infortuni…
“Mi reputo una ragazza fortunata, forse perchè ho un esempio come mio fratello Matteo che è stato molto sfortunato. Fino a tre stagioni fa, tolto le classiche “piccolezze”non mi ero mai fermata, poi è arrivato tutto insieme. Non era un infortunio classico da sciatrice, ad un certo punto facevo fatica anche nella mia vita normale. Ho passato due anni molto brutti, ma mi hanno insegnato tantissimo. Mi sono fermata ed ho cominciato a riflettere ed a vedere quello che avevo fatto. Troppo spesso, sono severa con me stessa e non sempre apprezzo le cose che ho fatto bene”
Qual è la tua soddisfazione più grande?
Il podio in Coppa del Mondo di quest’anno è stata un’immensa gioia. Anche lo scorso anno, ero tornata tra le prime sei, per me anche quello era tantissimo. E’ stata una continua crescita da quando sono tornata“.

La “valanga rosa” sta benissimo, il prossimo anno la Brignone  vorrà confermarsi, la Bassino che vorrà consacrarsi, tu che stai bene. Sarà di nuovo l’anno dell’Italia?
Secondo me sì, con i nostri allenatori abbiamo intrapreso un gran lavoro. Possono essere due grandi stagioni che arriveranno, nonostante il nostro sport sia imprevedibile. Siamo un gran bel gruppo”
Che rapporto hai con le compagne di nazionale?
“Molto bello, c’è una sana competizione, siamo cresciute insieme. E’ solo una spinta la nostra, non è invidia. E’ una cosa che ti spinge a far meglio”
Come sta Sofia Goggia?
“Ho un ottimo rapporto con lei, sta bene l’ho sentita da poco, anche il braccio va molto meglio”

Che rapporto hai con i social?
“Mi divertono, vado molto a periodi. Non riesco molto a fingere. Ho dei periodi in cui sto molto connessa ed altri in cui non mi vedi. E’ giusto utilizzarli per lavoro, aiutano tanto. Bisogna saperlo utilizzarlo ed essere se stessi.”

La parolaccia che usi più spesso?
“Cazzo e merda sono le due parolacce che uso più spesso.”
Sei ancora fidanzata?
“Non lo sono più…”

Qual è il tuo difetto più grande?
“Sono lunatica, come tutti gli acquario. Poi sono molto impaziente”
Pregi?
“Determinata ed altruista”
In gara?
“Determinata e molto impaziente anche lì, spesso non accettavo il fatto che dovessi fare le cose passo dopo passo”
La pista che ti piace di più?
“Cortina mi piace moltissimo. Sono legata a San Sicario perchè avevo fatto il mio esordio nel 2008.”
C’è un gesto scaramantico che fai?
“Sbatto molto forte i piedi per terra al cancelletto.Poi indosso sempre prima lo sci destro.”
Da bambina, lo sci è stato il primo sport?
“Ne facevo tantissimo, in realtà mi piaceva tantissimo ginnastica artistica, il tennis, nuoto, atletica, sci d’acqua. Poi a sei/sette anni è uscita la competizione e nello sci mi veniva molto bene
Cosa ti ha fatto capire di prendere la strada dello sci?
“Volevo copiare i miei fratelli”
Cosa ti piace in un uomo?
“Sorriso, occhi e mani a livello fisico”
Sai dominare le emozioni?
“Ho la tensione giusta, ho sempre avuto un approccio alla gara molto positivo.”
Cosa non ti piace delle persone?
“La falsità, è una cosa che mi da fastidio. Preferisco essere mandata a quel paese.”
In tv cosa vedi volentieri?
“Tennis e nuoto.”
Hai qualche rimpianto sportivo?
“Mi piace pensare che tutto è andato come doveva andare.”
Per te è più duro il recupero fisico o mentale?
“Mentale. Collaboro con Beppe Vercelli,un mental coach, per fortuna non ne ho mai avuto molto bisogno. Mi basta avere qualcuno con cui parlare e mi rispondo. Ho i miei punti di riferimento.”
In generale, le donne hanno un risalto mediatico inferiore agli uomini… sei d’accordo?
“Dipende dalla visibilità che danno a questo sport. Credo che sia sempre bello vedere un movimento femminile in crescita come il calcio. ”

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE LE INTERVISTE A: :Melita Toniolo, , Matilde BrandiJustine Mattera, Federica Fontana  Samantha De Grenet,  Nathalie Caldonazzo o alle atlete Anastasia Tonelli, Cristiana Rizzelli, Giulia Toti, Roberta Mostarda, Margherita Magnani, Sandra Mairhofer, Ana Ciuchitu, Greta Adami, Rachele Somaschini Francesca Marsaglia, Vicky Piria, Alba De Silvestro, Josefa Idem, Noemi Signorile,lice Maria Arzuffi

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!