Bandita dalla nazionale del suo paese dopo essere stata fotografata senza hijab durante un incontro amichevole in Svizzera. Questo è quanto successo a Shiva Amini, stella dell’Iran. La ragazza, secondo quanto riporta New Notizie, era in tour con la propria nazionale che prevedeva due tappe, una in Svizzera e l’altra in Italia, per disputare degli incontri amichevoli. In questa occasione è stata invitata a partecipare ad un incontro misto con ragazzi e ragazze e non ha indossato il copricapo.

Apparentemente nessun problema, ma dopo il caso è diventato praticamente internazionale quando la calciatrice ha postato la foto su Instagram mentre palleggiava senza il copricapo. Da qui, la decisione della Federazione iraniana che ha comunicato la squalifica della ragazza per aver offeso le tradizioni musulmane.

La calciatrice, intervistata da My Stealthy Freedom ha raccontato: “I dirigenti della Federazione Calcistica Iraniana mi hanno detto: ‘Quando sei membro della nazionale iraniana non hai il diritto di toglierti il velo nemmeno per un incontro non ufficiale. Viviamo in un paese musulmano. Avresti potuto ricevere la squalifica semplicemente per aver giocato con dei ragazzi”.