Obiettivo raggiunto per la Nazionale di calcio femminile che ha staccato il pass per l’Europeo 2017 in Olanda. A Vercelli la squadra di Cabrini doveva vincere e ha vinto 3 a 1, battendo con grande maturità la Repubblica Ceca, e qualificandosi quindi come una delle migliori seconde dei gironi.
Avanti le Azzurre al 5′ con Ilaria Mauro che sfrutta con furbizia il cross di una scatenata Gabbiadini sulla fascia destra e appoggia in rete. Il pareggio delle avversarie arriva 12′ con una distrazione di Linari che favorisce il gol di Voňková, passano solo pochi minuti ed è ancora Mauro a portare avanti l’Italia sfruttando un cross di Gama sempre dalla corsia destra.
Nella seconda frazione di gara si è vista tutta la maturità dell’Italia che ha gestito con un buon possesso palla pungendo al minuto 61′ grazie ad una rete della neo-entrata Guagni brava a farsi trovare pronta su un cross di Girelli.

LE PAROLE A FINE PRIMO TEMPO

Così Carlo Tavecchio, presidente della FIGC, presente sugli spalti ha spiegato a Rai Sport: “Ho visto un tasso tecnico elevato, speriamo di concludere l’incontro in maniera positiva per tornare in un palcoscenico importante. Avanti con entusiasmo per far crescere questo movimento che in futuro avrà sempre più spazio. Questo dell’Europeo è  un progetto importante, poi ci sarà la riforma dei campionati per portare un incremento al calcio femminile. Siamo pieni di volontà di creare prospettive. Dobbiamo creare campionato under 12 a livello delle società professionistiche. Nel secondo tempo mi aspetto un altro gol da parte dell’Italia. Eveline in FIFA? E’ uno dei risultati della nuova politica della Federazione, porterà benefici al nostro sistema e soprattutto anche al calcio femminile”.

Raffaella Manieri out per infortunio spiega a Rai Sport: “E’ sempre difficile star fuori perché non riesci a scaricare la tensione. Mi hanno stupito le mie compagne, siamo riuscite ad essere subito molto ciniche. Negli allenamenti ci siamo concentrate molto sulle conclusioni in porta, le attaccanti hanno decisamente più consapevolezza. E’ importante la realizzazione personale nel calcio femminile, anche qui le ragazze si allenano di più e spesso fanno sedute in più per fare la differenza anche a livello internazionale”.

ITALIA (4-4-2): Giuliani; Linari, Salvai, Gama, Cernoia; Bonansea, Parisi, Rosucci, Gabbiadini (46′ Stracchi); Girelli (79′ Sabatino), Mauro (57′ Guagni). A disp.: Schroffenegger, Stracchi, Di Criscio, Guagni, Sabatino, Giugliano, Carissimi. All. Antonio Cabrini

REPUBBLICA CECA (4-2-3-1): Votíková; N. Sedláčková, Bertholdová, J. Sedláčková, Vyštejnová; Stárová, Cahynová; Bartoňová, L. Martínková, Kožárová; Voňková. A disp.: Malikova, Juračková, Mášová, Ivaničová, Bužková, Necidová, Kladrubská. All. Stanislav Krejčík

ARBITRO: Sandra Bastos (POR)

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!