Gli atleti azzurri applaudono medici e infermieriIn occasione della Giornata mondiale della sanità 2020, il Comitato Olimpico Internazionale ha scelto come video simbolo della lotta contro la pandemia di Covid-19, proprio quello con protagonisti gli atleti dell’Italia Team. Il filmato, prodotto dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, aveva visto alcuni dei grandi nomi dello sport azzurro dei giorni nostri uniti in “enorme grazie” rivolto a chi ogni giorno è in trincea.
Protagonisti del video organizzato dal Coni sono i fuoriclasse del calibro della fiorettista Elisa Di Francisca, della snowboarder Michela Moioli, della sciatrice Federica Brignone, del nuotatore Gregorio Paltrinieri, del pallavolista Ivan Zaytsev, della nuotatrice Federica Pellegrini, della biatleta Dorothea Wierer, della nuotatrice Simona Quadarella, del lottatore Frank Chamizo e della pallavolista Paola Egonu.
In Italia sono tanti gli esempi di ragazze sportive in questi giorni in trincea per aiutare chi è difficoltà. Chi nelle corsie di ospedali, chi nel 128 e chi nelle case di riposo come la pallanuotista azzurra Giulia Viacava.  Esempi anche nel resto del mondo come quello della campionessa olimpica in carica di judo dei 48 kg, Paula Pareto che, dopo aver trascorso due settimane in isolamento al rientro da una gara a Ekaterinburg, è tornata all’ospedale di San Isidro a nord di Buenos Aires dove lavora come medico ortopedico. L’ex portiere olandese di hockey su prato, Joyce Sombroek, oro a Londra 2012  e argento a Rio de Janeiro 2016, ritiratasi causa ricorrenti problemi all’anca, è impegnata nella macchina dei soccorsi in Olanda. Poi c’è il portiere della nazionale di hockey australiana, Rachael Lynch è infermiera a Perth. Insomma lo sport in prima linea. Tutti uniti contro questo maledetto virus.

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!