Costanza Arpinelli (Minerva Roma) e Alexander Amos Yee (GBR – DDS) trionfano sotto la pioggia a Segrate alla prima tappa del Grand Prix Triathlon. La gara organizzata dalla società Sport & Wellness fa parte del un lungo fine settimana milanese che porterà alla tappa mondiale della World Paratriathlon Series con gli azzurri del paratriathlon impegnati in casa.
Percorso invariato rispetto alle eliminatorie: 400 m di nuoto, 10.000 metri di ciclismo (5 giri da 2 km) e 2.500 metri di corsa.
GARA DONNE Durante i 400 m di nuoto il gruppo si è subito spezzato in 2 tronconi con circa 10 atlete ciascuno sotto la spinta della battistrada Bragmayer (HUN – T.D. Rimini). Dopo la T1 si forma un gruppo di 4 atlete al comando con la coppia T.D. Rimini composta dall’ungherese e da Lilli Gelimini e la coppia DDS con Ilaria Zane e Kate Waugh a cercare la fuga. Alle loro spalle dopo alcune schermaglie iniziali si forma un gruppo di circa 12 atlete all’inseguimento a tutta velocità con in testa Sharon Spimi (The Hurricane), Carlotta Missaglia (Valdigne Triathlon), il treno Minerva Roma composto da Alessandra Tamburri, Costanza Arpinelli e Bianca Barbesino, l’atleta del Riviera Triathlon 92 Vittoria Bergamini e Carlotta Bonacina (Raschiani Triathlon Pavese). A completare il gruppo di 11 le compagne di squadra della coppia di testa Sara Papais e Federica Parodi (T.D. Rimini) e Beatrice Taverna (DDS). Il recupero riesce e il gruppo dopo i 10 km si presenta in T2 compatto con 15 atlete a giocarsi tutto nei 2,5 km. Entra ed esce in testa la Zane che prova l’allungo decisivo con all’inseguimento tutte le favorite.


La corsa premia Arpinelli (Minerva Roma) che prende il comando e centra il suo primo successo al Grand Prix Triathlon in solitaria con 11″ di vantaggio sulla coppia Ilaria Zane e Kate Waugh della DDS.
La vincitrice Costanza Arpinelli“Tagliare il traguardo in testa ad un Grand Prix per la prima volta è stata un’emozione unica, non mi aspettavo la vittoria. Confesso che avevo delle piccole incertezze alla partenza, mentalmente non mi sentivo al top ma fisicamente lo sono stata. Ottimo test per il futuro, è un periodo stressante pieno di eventi ma sto lavorando bene ed oggi è una conferma. Sono felice anche perchè la mia specialità non è il triathlon ma il duathlon, anche se sto lavorando molto nel nuoto ed i progressi si vedono sempre di più”.
“Gara positiva – dice Ilaria Zaneabbiamo provato a forzare e a fare uno strappo decisivo, ma è stata brava Costanza non sono riuscita a ternerla a corsa e complimenti per la sua vittoria. Sono comunque soddisfatta per il risultato mio e per quello della squadra con Kate. E’ stata una soddisfazione contrare anche un podio proprio in casa in Italia dopo tante gare all’estero. E’ stato bello, le gare in Italia hanno un calore ed un affetto che ti danno la carica per affrontare anche per le gare all’estero. E’ proprio bello gareggiare in Italia e soprattutto andare a podio”.

Fonte: Fitri

CLASSIFICA DONNE

Gara di Coppa Italia dedicata agli Youth A. Nella gara femminile corsa sotta una pioggia torrenziale che non ha fermato le coraggiose regazze della multidisciplina, ha vinto Anna Badini Confalonieri (Cus Pro Patria Milano) davanti a Giulia Casadei e a Alice Alessandri del T.D. Rimini. Nella gara maschile la vittoria è andata a Fiorenzo Angelini (FIamme Oro), Pietro Giovannini (TTR) si è classificato secondo e al terzo posto ha chiuso Simeone Romano (Cuneo 1198).

CLASSIFICA COPPA ITALIA YOUTH FEMMINILE