Greta Adami lascia Firenze dopo dieci anni. “Grazie Greta. Le parole non bastano. Solo grazie e buona fortuna per le tue sfide future“. Con questo post su Twitter la Fiorentina Femminile ha salutato la centrocampista classe ’92 dopo dieci anni di militanza in viola.
Adami potrebbe andare al Sassuolo ma piace anche all’Empoli.

La lettera di Greta Adami

10 anni. Non sono pochi. In 10 anni una città diventa la tua seconda casa, i tifosi i tuoi amici, le tue compagne di squadra e le persone dello staff la tua seconda famiglia.
Sono arrivata che ero una bambina..spaventata e con tanta voglia di divertirmi e di crescere e adesso guardando indietro rivivo tutte le gioie e tutti i dolori vissuti con queste due maglie viola…non dimenticherò mai niente..10 anni.
10 stagioni dove abbiamo sempre lottato per ogni obiettivo: dalla gioia per la salvezza a quella per lo scudetto, dalle partite di coppa Italia alle partite di champions league, dal giocare con 50 spettatori ai 40000 all’Allianz Stadium, le finali con coppe Italia perse e vinte, le SuperCoppa italiane, le lotte per abbattere i pregiudizi e le lotte per conquistare il professionismo.
Se riavvolgo il nastro e guardo la bambina che era arrivata faccio fatica a ritrovarla ….quello che è rimasto di lei è la voglia di divertirsi che non se ne andrà mai! 

Questi ultimi anni sono stati particolarmente difficili per me e hanno portato una ‘pesantezza ‘ che non riesce a passare..la fatica a ritrovare quel divertimento e a vivere con gioia quella che è sempre stata la mia passione più grande mi ha portato a prendere una decisione che mai avrei pensato di arrivare a prendere…quella di allontanarmi da un posto che amo per provare a ritrovarmi. 

Ringrazio tutte le persone che ho incontrato in questa città, ringrazio il presidente Commisso e la Società per avermi capito, ringrazio uno ad uno i tifosi, splendidi, ringrazio tutte le persone degli staff con cui ho lavorato e soprattutto ringrazio le mie compagne di squadra che non sono mai state solo questo. 
Non so cosa lascio di me, ma so che sicuramente voi mi avete arricchito tanto. Ciao Firenze, mi mancherai”