Vari

Hockey / Doppio successo dell’Italia sulla Polonia

Schermata 2018-12-17 alle 17.24.54
Fonte: FISG

La Nazionale Femminile di hockey nel fine settimana ha sfidato per due volte di fila la Polonia sul ghiaccio di Egna. La squadra azzurra ha vinto entrambe le partite disputate durante questa seconda uscita stagionale. Nella prima gara la situazione si sblocca durante il secondo tempo quando Nadia Mattivi e Rebecca Roccella indirizzano decisamente la gara verso la sponda italiana. Poi nel terzo tempo arriva il goal della sicurezza di Mia Campo Bagatin per una vittoria tonda e netta contro la formazione rivale per 3:0.

Più combattuta la seconda gara. L’Italia si porta inizialmente sul doppio vantaggio con Beatrix Larger ed Anna Caumo. Poi negli ultimi cinque minuti del primo tempo la gara s’infiamma. La Polonia pareggia in soli 46 secondi tra il 17’ e 18’ ma l’Italia riprende immediatamente il comando della gara con la rete di Nadia Mattivi. Nel secondo tempo Silvia Carignano permette di allungare nel punteggio ma Polonia sempre in partita con la terza rete. Ma poi il match si stabilizza e non si registrano altre reti fino al 60’ e così l’Italia esce vittoriosa per la seconda volta in questa doppia sfida contro la Polonia.

14 dicembre 2018

Italia – Polonia 3:0 (0:0; 2:0; 1:0)
Marcatori
: 30:51 (1:0) Nadia Mattivi (Fraziska Stocker/Rebecca Roccella); 38:35 (2:0) Rebecca Roccella (Valentina Ricca/Mia Campo Bagatin); 57:25 (3:0) Mia Campo Bagatin (Rebecca Roccella/Silvia Carignano);

Formazione Italia: Giulia Mazzocchi 60:00 (Elisa Biondi); Valentina Ricca, Mara Da Rech, Linda De Rocco, Nadia Mattivi, Anneke Orlandini, Fraziska Stocker, Sara Kaneppele, Greta Niccolai, Federica Galtieri, Anna Caumo, Anna De La Forest, Rebecca Roccella, Silvia Carignano, Mai Campo Bagatin, Eleonora Dalprà, Aurora Abatangelo, Betrix Larger, Sara Magnanini, Federica Zandegiacomo; Allenatore: Marco Liberatore;
Formazione Polonia: Martina Sass (Agata Kosinska); Klaudia Chrapek, Patrycia Sfora, Wiktoria Gococ, Natalia Kaminska, Dominika Korkuz, Alicja Wcislo, Ewa Podracka, Karolina Pozniewska, Magadalena Czaplik, Kamila Wieczorek, Olivia Tomczok, Ewelina Czamecka, Sylwia Laskawska, Joanna Orawska, Katarzyna Wybiral, Wiktoria Dziwok, Klaudia Kaleja, Karolina Churas, Anna Dreinert; Allenatore: Ivan Bendnar;

Penalità: Italia 3×2’ – Polonia 3×2’

15 dicembre 2018

Italia – Polonia 4:3 (3:2; 1:1; 0:0)
Marcatori: 02:51 (1:0) Beatrix Larger (Eleonora Dalprà/Anna De La Forest); 08:51 (2:0) Anna Caumo (Federica Zandegiacomo) in sup.num.; 17:18 (2:1) Karolina Pozniewska (Klaudia Chrapek); 18:04 (2:2) Sylwia Laskawska (Olivia Tomczok); 19:00 (3:2) Nadia Mattivi (Eleonora Dalprà/Anna De La Forest); 25:32 (4:2) Silvia Carignano (Mia Campo Bagatin/Rebecca Roccella); 39:32 (4:3) Karolina Pozniewska (Magdalena Czaplik/Klaudia Chrapek) in sup.num.;

Formazione Italia: Elisa Biondi 60:00 (Martina Marangoni); Valentina Ricca, Mara Da Rech, Linda De Rocco, Nadia Mattivi, Anneke Orlandini, Fraziska Stocker, Sara Kaneppele; Greta Niccolai, Federica Galtieri, Anna Caumo, Anna De La Forest, Rebecca Roccella, Silvia Carignano, Mai Campo Bagatin, Eleonora Dalprà, Aurora Abatangelo, Betrix Larger, Sara Magnanini, Federica Zandegiacomo; Allenatore: Marco Liberatore;
Formazione Polonia: Agata Kosinska 60:00 (Martina Sass); Klaudia Chrapek, Patrycia Sfora, Wiktoria Gococ, Natalia Kaminska, Dominika Korkuz, Alicja Wcislo, Ewa Podracka, Karolina Pozniewska, Magadalena Czaplik, Kamila Wieczorek, Olivia Tomczok, Ewelina Czamecka, Sylwia Laskawska, Joanna Orawska, Katarzyna Wybiral, Wiktoria Dziwok, Klaudia Kaleja, Karolina Churas, Anna Dreinert; Allenatore: Ivan Bendnar;

Penalità: Italia 3×2’ – Polonia 2×2’

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare