Up and down. Approfittando della pausa di campionato, facciamo un primissimo bilancio di quello che abbiamo visto in queste due giornate di campionato. Niente di definitivo, ogni pronostico è pronto ad essere ribaltato già dal 30 ottobre, giorno in cui riprenderà il campionato dopo la sosta per le Nazionali.

TOP: Res Roma. Due partite contro Mozzanica e San Bernardo Luserna e 2 vittorie. Un ruolino di marcia fin qui perfetto per la squadra di mister Melillo che continua a ripetere alle sue ragazze di volare basso ma ha tra le mani un gruppo decisamente più maturo della scorsa stagione. Sono le giallorosse la sorpresa più bella di questo avvio di campionato.

RIMANDATO: Como 2000. Tra le neopromesse è quella che più di tutte sta facendo fatica. Passi la sconfitta contro la Fiorentina, che resta una delle favorite per la vittoria finale, ma contro il Chieti era giusto aspettarsi un po’ di più. A questo si somma anche l’uscita prematura in Coppa Italia contro le Azalee. Evidentemente la squadra deve ancora carburare il cambio d’allenatore e l’approdo nella massima serie.

TOP: Fiorentina Women’s. Ha fatto quello che doveva, ovvero vincere contro due neopromosse come Como 2000 e Jesina dopo un mercato importante. Rientra nei top non tanto per i risultati fin qui ottenuti ma perché la gestione Della Valle, arrivata alla seconda stagione, ha obiettivi bene chiari. La diretta di ogni gara sul sito della Fiorentina è un passo importante per dare più visibilità a tutto il movimento femminile. E speriamo possa essere solo l’inizio.

RIMANDATO: San Bernardo Luserna. Cinque schiaffi dal Tavagnacco, con pochi appelli, e due dalla Res Roma, cedendo al fotofinish. Il buon mercato di rafforzamento, con gli acquisti ad esempio di Vivirito e Pinna lasciava forse presupporre un inizio meno in apnea. Ma il tempo per risalire c’è tutto.

TOP: Cuneo. Una vittoria e una sconfitta, bilancio in parità ma per noi vale la sufficienza in questa speciale classifica. Battere il San Zaccaria nella prima gara al rientro in serie A non era un’impresa così facile, tanto meno tenere testa e mettere pressione al Mozzanica durante il turno successivo.

RIMANDATO: Mozzanica. Considerata come una delle squadre più accreditate per la vittoria finale, ha iniziato col freno a mano tirato. Prima lo stop a Roma contro la Res, poi la vittoria risicata contro il neopromosso Cuneo. La coppia di bomber Giacinti-Pirone ancora a secco di per sé fa notizia. L’interrogativo resta aperto: dove può arrivare veramente la squadra bergamasca?

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!