Ottima la prestazione per questa semifinale sia dell’11 iniziale sceso in campo sia di chi è partito dalla panchina.
Nel primo tempo si è vista un’ottima gestione della manovra e tante occasioni da goal create sia da calci piazzati che con la palla in movimento: la più precisa sotto porta è stata Marcelina Brito Ramos, che ha messo a segno una tripletta.

La “portuguesa” si è resa protagonista della prima frazione e all’11’ è stata brava a sfruttare un assist di Gnisci che ha portato la Florentia subito in vantaggio; ancora al 22’ si è fatta trovare pronta su un calcio d’angolo e sfruttando i suoi centimetri ha insaccato di testa; al 39’ è sempre lei, Brito Ramos, a realizzare la rete più bella dell’incontro con un pallonetto morbido che ha attraversato tutto lo specchio della porta per poi insaccarsi alle spalle di Marescalchi.
Le squadre sono andate al riposo sul 3 – 0 con Irene Picciafuochi mai chiamata in causa nel primo parziale.

Nel secondo tempo i ritmi si sono abbassati e le biancorosse, con la testa comprensibilmente già alla finale, hanno amministrato bene l’incontro e il possesso palla senza correre rischi. Il Real Colombo non è riuscito a creare occasioni pericolose con le sue giovani attaccanti e la Florentia, alzando nuovamente il ritmo, ne ha approfittato e chiuso l’incontro con tre reti negli ultimi dieci minuti grazie a Chiara Abati, Boralda Aliaj e la solita Alessandra Nencioni.
A tempo scaduto è arrivato anche il goal della bandiera delle avversarie con Cavagna che ha chiuso l’incontro sul definitivo 6 – 1.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!