In questi giorni così drammatici sono tanto gli esempi di sportivi in prima linea contro il coronavirus. Tra questi c’è Ilaria Giovannetti, ala della squadra del Rugby Frascati Union. Le è una infermiera del 118, impegnata ogni giorno per ore e ore.
“Il rugby ti insegna che da soli non si va da nessuna parte; da soli, in campo, si è sperduti, contro 15 persone che sono gli avversari e che ti possono placcare in un lampo.
Oggi, in questo periodo storico, abbiamo l’opportunità di dimostrare quanto il rugby ci abbia insegnato: se non si rispettano le regole, si pensa solo a se stessi e si esce, questo avversario invisibile non lo sconfiggeremo. Uniti si può! In campo gioco ala, o almeno ci ho provato!
Gli avanti ci prendono in giro dicendo che non ci sporchiamo mai… beh nella vita e nel lavoro (infermiera di 118) io sono UNA PRIMA LINEA… E non arretro mai!”.


Poi c’è l’esempio dell’azzurra di pallanuoto Giulia Vacava che ha contattato la Croce Rossa di Genova proprio per chiedere di potersi mettere a disposizione e ora lavora in una casa di riposo per anziani. “Con una laurea di scienze infermieristiche in tasca non potevo restare a guardare” ha detto. Ogni giorno anche lei lavora anche 18 ore per proteggere gli ospiti della struttura da questo maledetto coronavirus.
Come non dimenticare anche l’arbitro di basket Silvia Marziali che, come il suo collega Guido Giovannetti, è in trincea  in ospedale da qualche settimana. Grazie ragazzi!

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!