Dottoressa mi chiamo Sara e le vorrei raccontare la mia storia. Qualche anno fa ero obesa,non mi interessava cosa mangiavo, era solo una questione di gusto, quantità e un modo per “curare “ la noia. Frutta e verdura? Mai! Pizza e patatine fritte?In ogni momento della giornata! Poi all’improvviso le cose sono cambiate un po’, sono passata da un estremo all’altro.
“Ho iniziato a saltare i pasti, a digiunare,ad ossessionarmi per il cibo sano, ho sviluppato una mentalità ortoressica, se non è “ sano” io non lo mangio!
Certo dal punto di vista fisico forse oggi è più sano, ma la mia salute mentale è in fermento. Passo serate a casa a mangiare solo broccoli, zucca e insalata, mentre i miei amici escono e si divertono tutti i weekend. La prego Dottoressa mi aiuti ad uscire da questo inferno!!!”
Con Sara abbiamo lavorato su credenze radicate, sulla sua mentalità rigida,basata sul “tutto o niente “ su “ cibi buoni e cibi cattivi”, insieme siamo andate a sfatare le sue convinzioni e a correggere abitudini alimentari e comportamenti disfunzionali.
Oggi Sara è in un posto migliore, siamo usciti dagli ideali di perfezionismo,mangia insalata, broccoli, ma anche la pizza quando le va. Sara oggi esce con gli amici, non è più in “isolamento sociale” ed ha un rapporto con il cibo ed il suo corpo più sereno, il suo rapporto con la vita è cambiato, ha raggiunto ció che più desiderava: il suo EQUILIBRIO!
Due cose ha imparato dalla sua esperienza:che esistono calorie, macronutrienti, quantità e porzioni che le hanno insegnato che non esistono cibi buoni o cattivi, ma cibi più nutrienti di altri e che un kinder o un gelato ogni tanto non è malsano.
Ha raggiunto una coscienza alimentare flessibile, più consapevolezza di quello che mangia e che le nuove abitudini sono la chiave del suo equilibrio.

Per info
📩ildiariodimary.80@outlook.it

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!