Irma Testa conquista la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Tokyo nel pugilato categoria pesi piuma femminili (categoria 54-57 kg). L’azzurra è stata battuta in semifinale dalla fortissima filippina Nesthy Petecio.
Dopo avere demolito due delle principali avversarie (la russa Liudmila Vorontsova e l’irlandese Michaela Walsh, oltre alla canadese Caroline Veyre) Testa, già sicura di essere la prima italiana della boxe a vincere una medaglia ai Giochi, viene eliminata per split decision, 4-1: 29-28, 29-28, 29-28, 29-28, 28-29.
Irma, campionessa europea due anni fa nella categoria 57 kg, ha iniziato a boxare da bambina. Aveva dieci anni quando è entrata nella palestra Boxe Vesuviana del maestro Lucio Zurlo
Quella conquistata da Testa è la 600esima medaglia dell’Italia nella storia dei Giochi Olimpici Estivi e la prima medaglia del pugilato femminile italiano ai Giochi. Per l’Italia Team si tratta della 22esima medaglia conquistata a Tokyo 2020.
L’Italia del pugilato ha portato quattro donne a Tokyo, nessun uomo. Oltre a Testa, si sono qualificate Giordana SorrentinoRebecca NicoliAngela Carini.


La gara

Irma era partita benissimo nel primo round concluso con una netta vittoria. La sua avversaria, reagisce e nel secondo viene avanti a testa bassa: arrivano due destri molto potenti della filippina e si arriva alla giusta parità. Irma Testa fa molta fatica a reagire nell’ultimo e decisivo round: troppo passiva la pugile della Fiamme Oro, che non riesce ad arginare in alcun modo la foga Nesthy Petecio, che nel finale sembra indemoniata e porta colpi su colpi.
Finisce così l’avventura di Irma che non ha nulla da rimproverarsi. Anzi deve essere orgogliosa di quello che è riuscita a fare:entrare nella storia del pugilato.

La gioia di Torre Annunziata

A Torre Annunziata, dove Irma Testa è nata, si preparano i festeggiamenti. “Grazie Irma – scrive il Comune – Si ferma in semifinale la fantastica avventura di Irma Testa ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. La pugile oplontina conquista una storica medaglia di bronzo. Grazie alla “nostra” Irma per le incredibili emozioni che ci ha regalato nell’ultima settimana”. Mentre tantissimi cittadini commentano: “Grandissima Irma, sei l’orgoglio di Torre annunziata”.