Jessica Rossi ed Elia Viviani saranno i due portabandiera azzurri alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Tokyo, il 23 luglio prossimo all’Olympic Stadium di Tokyo. Una svolta storica per diversi motivi.
Per la prima volta dall’introduzione della figura dell’alfiere in occasione dei Giochi di Stoccolma 1912 (Alberto Braglia, primo azzurro a sfilare col tricolore), il Coni ha deliberato una doppia designazione in vista di Tokyo 2020, in piena concordanza con le indicazioni del Comitato olimpico internazionale sulla parità di genere. Una prima assoluta anche per quanto riguarda le discipline rappresentate: il tiro a volo con l’olimpionica Jessica Rossi, il ciclismo con l’olimpionico dell’omnium Viviani

Il perché della scelta

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò spiega così la scelta: “Due persone che hanno un denominatore comune, due medaglie d’oro olimpiche e due sport che incredibilmente sono due discipline che hanno portato quasi 100 medaglie olimpiche al Paese e dal 1896 non avevano mai avuto un portabandiera“.
Non ha mancato di esprimere tutta la sua soddisfazione il presidente della Federazione italiana tiro a volo (Fitav), Luciano Rossi: “Una sorpresa davvero bellissima, Jessica se lo merita. Un grande riconoscimento alla famiglia del Tiro a Volo, uno sport che ha portato tantissime medaglie, una storia che parte da lontano e che non sempre ha ricevuto l’attenzione che pensiamo di meditare”.