Due partite, due vittorie: così come la Serie A della Juventus Women è iniziata nel migliore dei modi (successo per 3-0 in casa dell’Atalanta-Mozzanica), anche la Primavera femminile della Juventus viaggia a gonfie vele, con due ampi successi conquistati in avvio di campionato contro Romagnano e Musiello Saluzzo.

È una categoria tutta nuova, quella della Primavera femminile, prevista a partire da questa stagione per rappresentare l’anello di congiunzione tra il settore giovanile e la Prima squadra, per preparare le ragazze al grande salto verso il gruppo guidato da Rita Guarino.

Una squadra, quelle delle giovani bianconere, la cui guida è stata affidata a Daniele Diana, mister che vanta già un’ottima esperienza nel settore giovanile femminile della Juventus, e che oggi ha parlato in esclusiva ai microfoni di Juventus TV, il canale tematico ufficiale bianconero visibile sul canale 212 di Sky (intervista completa in onda alle ore 18), facendo il punto sulla preparazione e sugli obiettivi di questa categoria.

UN PROGETTO “RIVOLUZIONARIO”

«Si può dire che la Primavera sia qualcosa di ” rivoluzionario” perché la società ha investito tanto nel progetto Femminile. Nel momento in cui io e Alessio Pini (tecnico delle Under 12 e Under 15 femminili, n.d.r.) abbiamo intrapreso questo percorso, non avremmo mai pensato che al terzo anno si potesse arrivare ad avere Prima squadra, Primavera e un settore giovanile praticamente completo in tutte le categorie».

ALLENAMENTI INTENSI

«Le nostre sessioni di allenamento si svolgono quattro volte alla settimana, dal martedì al venerdì, al Centro Sisport di Torino, struttura nella quale si allena anche la Prima squadra. Per le ragazze è un momento importante per mettersi in mostra, cercando di dare il massimo puntando in futuro a fare parte dell’organico della Juventus Women. Sono anche il referente tecnico del settore femminile e, anche grazie alla grande esperienza di Rita Guarino, cerco di dare insieme a lei continuità al progetto a cascata anche su tutte le altre annate».

TUTTE A DISPOSIZIONE

«Abbiamo ottenuto nelle prime due giornate di campionato due successi che dimostrano, pur con dei risultati finali dal sapore tennistico, come il gruppo sia di qualità e quanto tutte le ragazzi si siano messe a disposizione con l’obiettivo di crescere in questa stagione».