Le ragazze della Juventus Women stanno per tornare in campo: dopo lo splendido esordio di qualche settimana fa nel Derby di andata di Coppa Italia, fra due giorni è in programma il retour match al Campo “Ale&Ricky” di Vinovo (ore 16.30). Soprattutto, però, oggi si guarda avanti e si pensa al campionato, dal momento che, proprio da oggi si conoscono date e avversari delle bianconere. Inevitabile quindi che il tema sia la stagione che attende le Women: ne ha parlato ai microfoni di Juventus Tv, in collegamento diretto da Vinovo, Coach Rita Guarino.

“Sarà un campionato molto competitivo, ci sono molte aspettative, specie dal momento che da quest’anno sono presenti “new entries” importanti come la Juventus, ma anche Empoli, Sassuolo e Chievo – ha spiegato, in studio con Claudio Zuliani – Vedo ovviamente Brescia e Fiorentina fra le favorite, ma molte sono le squadre che possono essere insidiose come per esempio la Pink Bari”.

E la Juve? “Si è parlato tanto di noi, c’è attezione e attesa, specie per capire come abbiamo fatto a creare un gruppo in così poco tempo. La squadra adesso è fatta, lo spogliatoio si sta amalgamando bene, e il campionato ci aiuterà a oliare i meccanismi di gioco”. 

La riflessione di Rita Guarino si allarga al movimento calcio femminile: “Siamo fieri di rappresentare uno sport che per molti è da scoprire, e che da tanti verrà conosciuto anche grazie alla presenza della Juventus, che aprirà le porte gratuitamente alle partite in casa. Non è tipico del nostro sport avere così tanti occhi addosso, e credo che grazie alla presenza della Juve otteniamo quello che da tempo il movimento stava cercando. Detto questo, bisogna mantenere i piedi per terra e camminare per la nostra strada”.

E quindi, sguardo a sabato: “Ora pensiamo solo alla Coppa, esordiranno giocatrici che non sono scese in campo all’andata. Poi penseremo a partire con il piede giusto in campionato”.

Anche Sara Gama, presente al sorteggio dei calendari a Roma, ha fatto il punto su questo inizio di stagione. “Dobbiamo fare il massimo, la maglia della Juve richiede tanto portarla è un onore e anche un onere. La vogliamo portare più in alto possibile”

Sul calendario: “Non è il migliore ciclo possibile, avendo in sequenza da affrontare Brescia e Fiorentina, ma il campionato è lungo e prima o poi bisogna affrontare tutti”. 

Anche Sara si sofferma sull’attenzione mediatica che inevitabilmente, gravita attorno alla Juve: “La stiamo vivendo bene, l’importante è restare serene e prendere tutto con entusiasmo. Certo che legare il calcio femminile a grandi club calcistici aiuta a cambiare la cultura italiana». Infine una parola su Coach Guarino: «Ci insegna molta tecnica, è stata una grandissima giocatrice”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!