Nella finalissima contro il Graphistudio Pordenone la CF Florentia si è imposta per 4 – 3 ai calci di rigore: al termine dei 90’ regolamentari la partita si era chiusa sullo 0 – 0.
Lo spettacolo al cardiopalma regalato dalla serie infinita dei calci di rigore ha visto Alice Valgimigli protagonista con una parata decisiva su Schiavo e Irene Mazzella segnare il rigore della vittoria. Spettacolo anche nel dopo gara con la festa biancorossa in campo e sugli spalti.

La cronaca:

Prima occasione pericolosa dopo 30’’ per il Pordenone che approfitta di un rinvio corto di Alice Valgimigli, ma il tiro esce di poco.
Ancora pericoloso il Pordenone, che va in rete con la n.9 Zanetti, ma l’arbitro annulla per fuorigioco.
Al 10’ la prima occasione per la Florentia con il tiro da fuori di Nencioni deviato in calcio d’angolo da Belgrado. Sugli sviluppi del corner Baroni, sola in mezzo all’area, non è precisa e il portiere neroverde para facilmente.
Incredibile occasione per le friulane al 12’, ma la difesa biancorossa si salva con un grande doppio intervento di Baroni sulla linea.
Bella azione al 20’ per la Florentia con Lotti che salta l’avversaria diretta, serve l’assist per Gnisci che calcia di poco fuori da buona posizione.
Al 34’ e al 38’ ancora il Pordenone pericoloso due volte con Zanetti lanciata sola davanti alla porta, ma è brava Alice Valgimigli a chiudere lo specchio della porta e mantenere la parità.
Primo tempo che si chiude sullo 0 – 0 con il Pordenone che ha manovrato meglio il pallone creando qualche pensiero alla retroguardia biancorossa.

Nella ripresa la prima occasione è ancora per il Pordenone con Schiavo su punizione, bravissima Alice Valgimigli a togliere la palla dall’incrocio dei pali.
Partita molto tesa e tanto nervosismo in campo, al 54’ viene espulso mister Nicoli per proteste. Al 69’ ci prova Nencioni su punizione, ma il tiro è centrale e il portiere è attento e respinge coi pugni.
L’azione sveglia la Florentia: al 28’ Belgrado compie un vero e proprio miracolo su Lotti ben servita dal cross di Ginevra Valgimigli.
Ultima occasione della gara al 86’ per il Pordenone, ma Alice Valgimigli salva il risultato con una grande parata sul tiro di Paoletti lanciata a rete.
La partita si trascina con molta tensione fino al fischio finale, ma il risultato non si sblocca e il regolamento della competizione prevedere direttamente i calci di rigore, senza passare per i tempi supplementari.

Dal dischetto la tensione è altissima: Nencioni, il capitano biancorosso va per primo sul dischetto, e Pecchia per la Florentia, Zanetti e Paoletti per il Pordenone non sbagliano. Terzo turno con Aliaj, molto nervosa, che tira alto e Tomasi, specialista del Pordenone, che colpisce la traversa.
Arriva il turno di Lotti, una delle migliori in campo oggi per le biancorosse, che colpisce male il pallone e calcia fuori. Ferin è precisa, batte Valgimigli e fa sognare il Pordenone.
Sul dischetto va Giada Gnisci che insacca implacabile. Tocca a Schiavo, il capitano neroverde, baluardo difensivo del Pordenone che potrebbe far sognare il Friuli, ma la n.6 scivola, colpisce comunque bene, ma è strepitosa Alice Valgimigli a respingere il tiro.
Si va a oltranza con Irene Mazzella che dagli 11 metri è freddissima e non sbaglia; per il Pordenone è il turno di Faggiani, la n.4 supera Valgimigli ma prende il palo e il sogno del Pordenone si infrange sul legno!

Il commento di Mister Nicoli: Una partita difficile, come ogni finale, molto tesa e nervosa, ma una soddisfazione enorme questa vittoria! Non abbiamo giocato come sappiamo, il Pordenone ci ha messo in difficoltà, si è chiuso bene e con le ripartenze ha creato qualche pericolo, ma con il cuore le ragazze sono riuscite ad arrivare fino ai calci di rigore! Devo fare i complimenti a tutte le ragazze, in particolare ovviamente ad Alice Valgimigli che ha parato tutto, anche il rigore decisivo su Schiavo, la migliore del Pordenone!

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!