Le calciatrici sudafricane valgono come i calciatori loro connazionali. L’annuncio è stato fatto dal presidente della Federazione, Danny Jordan che ha fatto sapere che d’ora in avanti avranno lo stesso trattamento degli uomini. Un bel segnale che dovrebbe essere raccolto anche dalle nostre parti.
Questa è una decisione davvero sorprendente- ha commentato Janine van Wyk, capitano delle Banyana Banyana – da tempo combattiamo da tanto tempo per l’uguaglianza nello sport“.
In questo Paese dobbiamo chiudere il gap tra calciatori e calciatrici – sono le parole del presidente della Federazione, Danny Jordan – queesto è un buon giorno per il calcio sudafricano”.
Le nuove tabelle prevedono che in caso di qualificazione al secondo turno dei tornei a ciascun atleta sarà garantito un premio da 22mila dollari.
E pensare che una delle più forti giocatrici di calcio del Mondo Ada Hegerberg non parteciperà alla Coppa del Mondo femminile in programma a giugno, proprio come protesta per le discriminazioni tra calcio maschile e calcio femminile nel paese scandinavo. La 23enne attaccante del Lione, premiata con il Pallone d’Oro nello scorso dicembre, porta avanti questa sua battaglia da anni.