Tra le nove nove azzurre convocate per i Mondiali di sci alpino di Cortina c’è Lara Della Mea, 22 anni, iscritta al Gruppo sportivo dell’Esercito ha partecipato al Mondiale di Are in Svezia, nel 2019 dove ha vinto (in squadra con Irene Curtoni) la medaglia di bronzo nel parallelo a squadre, e anche nella gara di slalom, dove però è uscita.
La 22enne di Tarvisio, nelle vicinanze di Udine, è in forza al Gruppo sportivo dell’Esercito. Vanta già una partecipazione ai Mondiali di Are 2019 dove aveva vinto la medaglia di bronzo nel parallelo a squadre e gareggiando anche nello slalom (dove uscì).
Con lei a Cortina questa volta ci saranno Marta Bassino, Federica Brignone, Elena Curtoni, Irene Curtoni, Nadia Delago, Francesca Marsaglia e le ‘debuttanti‘ Martina Peterlini e Laura Pirovano.

Lara Della Mea si è formata agonisticamente nello Sci Cai Monte Lussari, per poi entrare nel Centro Sportivo Esercito.
Ha esordito in Coppa del Mondo il 27 ottobre 2018 a Sölden, in Austria. Il 29 dicembre, grazie al sedicesimo posto nello slalom speciale di Semmering, ha ottenuto i primi punti nel massimo circuito. Ai Mondiali di Are, come detto, il suo esordio iridato, e  la medaglia di bronzo.
Nella medesima stagione in Coppa Europa ha vinto la classifica di slalom speciale. Il 12 dicembre 2020 ha conquistato in Alto Adige nella stessa specialità la prima vittoria in Coppa Europa.

Una ventina di giorni fa è arrivato il suo nono podio della carriera in Coppa Europa. Lara si è infatti piazzata seconda nello slalom di Gstaad, con qualche piccolo rimpianto per quella che sarebbe potuta essere la seconda vittoria, dopo quella ad inizio stagione in Valle Aurina, considerato he la ventunenne azzurra ha concluso a soli 5 centesimi da Andreja Slokar.

Tra le passioni di Lara Della Mea oltre al tennis c’è sicuramente la pittura. Nel tempo libero si dedica infatti a colori e pennelli per decorare soprattutto su pareti di legno.