La sciatrice svizzera Lara Gut-Behrami non ama particolarmente le luci dei riflettori. Dopo la doppietta della rinascita con i successi nelle due discese di Crans-Montana, la vincitrice della Coppa del Mondo 2015/16 è letteralmente sparita dalla scena. Lara è tornata a parlare in queste ore nel corso del programma della Radiotelevisione svizzera, “Rete Uno Sport”, in un italiano perfetto, lei che ormai vive pure nel nostro Paese con il marito Valon Behrami, calciatore che tornerà in campo dal prossimo week-end  con la maglia del suo Genoa.
Abbiamo avuto tempo per stare assieme, è stata la prima volta che sono rimasta a casa non da infortunata – ha raccontato Gut-Behrami  – con Valon prima non ne avevamo mai avuto così tanto da condividere. In un periodo del genere diventiamo filosofi e poeti, poi il 99% delle persone si scorda di tutti i buoni propositi e ricominciamo a lamentarci del tempo e del traffico. Siamo fatti così”.
Poi sugli allenamenti durante la quarantena. “Ci siamo trovati da un giorno all’altro fermi. Siamo tornati a casa a Udine, dopo che ci siamo resi conto che il ritiro forzato si sarebbe allungato abbiamo allestito una palestra, ci siamo organizzati. Valon poi da metà maggio è tornato a Genova per riprendere gli allenamenti e quindi ora siamo pronti per tornare alla normalità. Noi non ci possiamo lamentare, ci sono persone che hanno sofferto tanto sia dal punto di visto fisico che psicologico“.
Poi un augurio: Spero che il distanziamento sociale abbia un impatto, perchè per noi atleti non è piacevole che degli estranei ti tocchino come se fossimo migliori amici, sono cose che danno fastidio. La considero una mancanza di rispetto per la privacy. Oppure, semplicemente, stare al supermercato senza qualcuno che ti aliti sul collo: credo sia giusto trovare una via di mezzo. Igienizzare ogni cosa cento volte non so quanto ci faccia bene, ma sicuramente ora pensiamo giustamente più a certe cose. Ad esempio prima non pensavo a quante persone avevano toccato il carrello prima di me…”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!