La prima conferma della stagione 2017/2018 è un bel tassello difensivo per il Ravenna Woman, che potrà continuare a contare sull’esperienza e la bravura del difensore classe 1991 Linda Tucceri Cimini. Linda, reduce da un campionato Europeo femminile vissuto da protagonista, ma nel quale la nazionale italiana non è riuscita ad andare oltre alla fase a gironi, ha messo finalmente nero su bianco la sua permanenza al Ravenna Woman. La sua conferma mette in luce la volontà della squadra del presidente Macori di disputare un campionato di livello.

Amo la Romagna, era difficile non restare – confessa Linda -, ma oltre a questo penso che il Ravenna Woman sia una società seria sotto tanti punti di vista, anche se ci sono state difficoltà come del resto sono state un po’ dappertutto in Italia“. Il nuovo progetto ha convinto favorevolmente Linda. “Credo molto nella voglia di migliorare della società e sono rimasta qui per dimostrarlo assieme a loro“.

Si parte comunque dal basso, anche Linda ha fisso il primo obiettivo della salvezza. “Mi sono prefissata per la prossima stagione la salvezza senza fare gli spareggi. Credo che la squadra che sta allestendo la società abbia tutte le qualità per farcela“.
Salvezza, ma anche miglioramento ed è questa anche una delle parole d’ordine per Linda che farà ora parte di un’altra realtà italiana legata a filo diretto con il mondo maschile. “L’ingresso del maschile sta sicuramente dando una svolta positiva al nostro movimento. Il livello sarà senz’altro più alto (dice riferendosi anche all’ingresso della Juventus nel femminile), e le partite saranno sicuramente meno prevedibili e scontate“.

Migliorare è la parola d’ordine anche per una giocatrice comunque esperta e di caratura internazionale come Linda (che ha nel curriculum sportivo anche una partecipazione alla Champions League), come afferma lei stessa. “L’obiettivo che mi sono prefissata è di continuare a migliorarmi e questo potrò farlo anche grazie alla società che ci metterà a disposizione uno staff qualificato e preparato che potrà senz’altro farci crescere“.

Una crescita che passa anche dal mondo internazionale, del quale Linda stessa fa parte in pianta stabile. L’Europeo però ha visto la nazionale italiana uscire ai gironi, ma per lei è stato comunque un capitolo importante della sua vita sportiva. “L’emozione vissuta all’Europeo è stata indescrivibile e per me è stato un sogno che si è avverato. Ho avuto – prosegue Linda – l’opportunità di misurarmi con giocatrici professioniste di alto livello che fanno del calcio il loro unico lavoro“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!