Lisa Vittozzi al termine della stagione traccia un bilancio. Nell’ultima gara ha chiuso con un 20° posto nella ventosissima mass start di Östersund, una gara ancora una volta tutta di rincorsa, a causa dei quattro errori commessi a terra. «Ho imparato tantissimo da questa stagione. Sicuramente ho capito di avere un problema nelle serie a terra, che cercherò di risolvere” aveva detto qualche giorno fa.
La settimana scorsa Lisa insieme a Dorothea Wierer, Dominik Windisch e Lukas Hofer ha conquistato il secondo posto nella staffetta mista della Coppa del Mondo di Biathlon, disciplina che prevede tiro a segno con la carabina e sci di fondo. Ottavo piazzamento sul podio stagionale per la nostra rappresentativa.
Ma dal punto di vista individuale per Lisa, dopo i successi dell’anno scorso, la stagione non è andata come lei si attendeva.

La lettera aperta di Lisa Vittozzi

Con un post sul suo profilo Instagram, Lisa ha riassunto così la stagione appena terminata. “Questa stagione è stata una delle più dure della mia carriera. Non ho mai affrontato momenti così difficili come in questi ultimi due anni! Però penso ci sia un momento per tutto nella vita sportiva e non, forse questo era il mio momento per cadere ed imparare.
Di una cosa vado molto fiera.. non ho mai mollato, nemmeno quanto vedevo tutto nero e non lo voglio fare, perché ho ancora tanti sogni da realizzare.
Qualche volta perdi la retta via, per tanti motivi, ma so che la ritroverò presto.
Un GRAZIE speciale a chi mi sostiene nei momenti felici e non: la mia famiglia, il mio mental coach @dr.aiace_rusciano, i miei tifosi, gli sponsor e il mio gruppo sportivo @cscarabinieri
Al prossimo anno, più forte che mai”