L’Italia esulta. Il Comitato Olimpico Internazionale ha proclamato vincitrice la coppia Milano-Cortina: saranno queste due località ad ospitare le Olimpiadi Invernali del 2026. L’Italia era in lizza con la Svezia e più precisamente con Stoccolma e Are.
L’Italia tornerà così ad organizzare un’edizione delle Olimpiadi, 20 anni dopo i Giochi invernali di Torino 2006.
Grande partecipazione, entusiasmo, bandiere tricolori a sventolare tra il pubblico. L’annuncio è stato dato poco dopo le 18 dal presidente del Cio, Thomas Bach, ed è stato seguito dall’entusiasmo della folta delegazione italiana presente a Losanna, al grido di «Italia, Italia!».
Presenti fra gli altri Luca Cordero di Montezemolo, Gabriele Galateri di Genola presidente di Generali, Armin Zoeggeler, Michela Moioli, Marcello Lippi, Sofia Goggia, Nicola Pietrangeli, l’ad dell’Inter Alessandro Antonello, Evelina Christillin, Arianna Fontana, oltre al sindaco di Milano Beppe Sala, i presidenti delle Regioni Lombardia e Veneto, Aurelio Fontana e Luca Zaia.
Milano e Cortina saranno il lato soleggiato delle Olimpiadi Invernali. Buon cibo, posti bellissimi, perfetta organizzazione. Alla nostra candidatura non manca nulla». Sono state le parole dell’azzurra Arianna Fontana, portabandiera alle ultime Olimpiadi di Pyeonghang, nel corso della presentazione della candidatura italiana a Losanna.

Prima del voto aveva preso la parola per l’Italia il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “Non riesco pensare a una offerta migliore di Milano-Cortina. Dreaming together è il motto, questo sogno olimpico non è soltanto il sogno di due città ma di un interno Paese, il nostro Paese. Non solo il Governo, ma anche le Regioni e le città sono pienamente impegnati nel progetto con tutte le garanzie. Signore signori, ci sottoponiamo con sicurezza al vostro giudizio. Grazie a voi per la vostra attenzione e considerazione. Porto i saluti del Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella“.