E’ iniziato in salita il Campionato Europeo per la Nazionale Femminile che, dopo la sconfitta all’esordio con la Russia, è chiamata a smaltire in fretta la delusione e a recuperare le energie in vista del match con la Germania, prossimo avversario dell’Italia venerdì sera a Tilburg (ore 20.45 – diretta su Eurosport 1 e Nuvola 61, differita su RaiSport+HD alle 24 e diretta streaming su www.professionesport.it). Questa mattina lavoro di scarico in piscina per le ragazze che hanno giocato ieri e allenamento sul campo per il resto del gruppo, con una seconda seduta in programma nel pomeriggio al centro sportivo ‘De Zwervers’ di Rotterdam.

Il pareggio tra Germania e Svezia nel remake della finale olimpica dello scorso anno lascia teoricamente ancora aperte per l’Italia le porte della qualificazione, ma per passare il turno non sono ammessi ulteriori passi falsi. E venerdì contro le campionesse olimpiche in carica della Germania, che si sono aggiudicate le ultime sei edizioni del Campionato Europeo, servirà un’impresa: “Abbiamo regalato un tempo alla Russia – l’analisi del Ct Antonio Cabrini – sembrava che le ragazze avessero paura. Nella ripresa abbiamo cercato di ribaltare il risultato, sono stati 45 minuti di grande volontà, ma è mancata un po’ di cattiveria di fronte alla porta. Spero che questa sconfitta ci aiuti a crescere e con la Germania dovremo fare una prestazione importante, indipendentemente dal risultato”.

Il gol messo a segno da Ilaria Mauro a due minuti dal termine non è stato sufficiente per evitare la sconfitta con la Russia ed è grande il rammarico per una rimonta solo sfiorata nel recupero, quando Elisa Bartoli si è prima vista annullare il pareggio per fuorigioco e poi ha centrato di testa la traversa, con il pallone che ha danzato beffardo a pochi centimetri dalla linea di porta: “Abbiamo lasciato all’avversario i primi 45 minuti – conferma Mauro – e non possiamo permettercelo, nel secondo tempo è andata meglio, ma il gol è arrivato troppo tardi e non abbiamo avuto il tempo di fare di più”.

Venerdì l’Italia affronterà la Germania in una partita che ha un significato particolare per l’attaccante friulana, fresca campionessa d’Italia con la maglia della Fiorentina. Quattro anni fa le tedesche sconfissero le Azzurre 1-0 nei quarti di finale dell’Europeo svedese, Ilaria Mauro giocò solo l’ultimo spezzone di quella gara, ma finì sui taccuini di alcuni osservatori del Sand e in estate si trasferì in Germania, dove ha giocato per due stagioni per poi passare ad un’altra squadra tedesca, il Turbine Postdam: “La Germania – sottolinea – è la squadra più forte al Mondo e non a caso ha vinto le ultime Olimpiadi. Sarà un Davide contro Golia, dovremo cercare il loro punto debole e provarci fino alla fine”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!