Margherita Panziera conquista la medaglia d’argento nei 100 dorso agli Europei di nuoto a Budapest ma non riesce a gioire. Una gara che è stata ripetuta per un problema tecnico nella prima finale, in cui l’azzurra era giunta quarta.
Alla Duna Arena di Bupaest, le atlete dopo due ore e mezza sono tornate in vasca per il via della seconda finale, quella vera, degli Europei di Budapest dei 100 dorso.
La finale bis è stata una opportunità più unica che rara in cui la nostra atleta è riuscita a migliorare posizione e tempo a dispetto dell’olandese Kira Toussaint che invece è dovuta scendere dal quel podio che poco prima aveva conquistato.
Margherita Panziera con grande onestà e serietà ha fatto sapere subito il suo stato d’animo.

Non sento di meritare molto questa medaglia. Non si possono fare due volte le gare. Questa medaglia dovrebbe andare a Kira Touissant. Sono contenta per il tempo, perché significa che sto lavorando bene e perché comunque mi sono fatta trovare pronta“.

E’ la prima e sarà anche l’ultima volta che succede una cosa del genere perché per me è assurdo ripetere due volte la stessa gara. Io sono una duecentista e riesco a fare due 100 dorso nel giro di poco tempo, le altre ragazze no”