Si avvicina l’esordio dell’Italia all’Europeo Femminile e abbiamo deciso di scambiare quattro chiacchiere con Mattia Martini, manager e consulente di mercato, per parlare della nuova Serie A Femminile e di cosa ci dobbiamo aspettare dalla Nazionale di Antonio Cabrini.

Buonasera Mattia e bentornato sulle pagine di MondoSportivo. Da fiorentino doc ti chiedo come hai visto l’irruzione della Juventus nel calcio femminile. Ora la Fiorentina dovrà lottare anche con la Vecchia Signora il prossimo anno e molti si stanno lamentando…

“Juventus è una società ed un club dalla mentalità e dall’organizzazione programmate per vincere. Stanno dando prova di ciò  anche al femminile e sicuramente hanno strutturato un progetto finalizzato a raggiungere tutti gli obbiettivi prefissati da tale pianificazione tecnica. Lo dimostra come, da voci e da presumibili deduzioni, si sta muovendo sul mercato.”

Parliamo di calciomercato: molte giocatrici di spessore sembrano in procinto di andare alla Juventus per creare una sorta di “dream team”… e la Fiorentina Women’s? Risente anche lei del caos nel campo maschile?

“Non scordiamoci che, comunque sia, Fiorentina partirà con la squadra attualmente campionessa d’Italia e vincitrice della Coppa Italia, con tutta la rosa confermata, mentre Juventus suppongo e posso dedurre potrà attingere da un Brescia arrivato secondo e prendere qualche giovane di qualità. Ad oggi la Viola parte sempre da favorita, il team bianco-nero potrebbe invece approfittare dei passi falsi gigliati: detto ciò un secondo posto è un obbiettivo bianco-nero raggiungibile e concretamente realizzabile.”

Come valuti l’operato della FIGC di questi ultimi tempi? Tavecchio sta andando nella direzione che molti si auguravano?

“E’ ciò che è successo negli altri paesi qualche anno fa, non bisogna stupirsi. Parlando con giocatrici di club stranieri anche loro sono felici, perché sanno che tale sviluppo dell’Italia aprirà un nuovo palcoscenico in Europa e che tale cambiamento è traumatico ma necessario.”

Soffermiamoci un attimo sugli Europei: Cabrini ha fatto le sue scelte e le Azzurre stanno per partire alla volta dell’Olanda. Ti piacciono le 23 convocate o avresti fatto scelte diverse?

“Do piena fiducia a tecnico, staff e rosa tutta. Oggi, a pochi giorni dalla partenza, serenità e concentrazione devono essere le nostre prerogative.”

Dove pensi possa arrivare questa Italia? Quale sarà la nostra arma in più? Cosa dovremo temere?

“L’Italia ci potrebbe stupire:  la Russia è da battere, la Germania da contenere e Svezia da approcciare con equilibrio ed ordine. Oltre a ciò influirà anche l’esito della gara tra teutoniche e scandinave.”

Chi vedresti bene ad indossare la maglia azzurra dopo l’Europeo con il nuovo ciclo? 

“Abbiamo un parco atlete giovane e di livello, con una possibile scelta da allargare anche alle attuali U23 e U19. Comunque sia non scordiamoci che Ohrstrom potrebbe essere convocabile in Azzurro.”

Ultima domanda: chi vince la Serie A Femminile il prossimo anno e l’acquisto che farà sensazione.

“Favorita, come logico che sia Fiorentina. Juventus starà sicuramente li ad aspettare il passo falso viola. L’acquisto ed il colpo ad effetto del mercato? Vediamo alla chiusura dello stesso.”