Proseguono le gare in programma ai Mondiali di Innsbruck 2018: se ieri la rassegna iridata aveva bagnato il debutto con una combattuta cronometro a squadre che ha visto esultare la nostra Elena Cecchini e le sue compagne della Canyon-SRAM Racing, oggi è toccato alle Juniores contendersi il titolo mondiale nella prova contro il tempo. L’olandese Rozemarijn Ammerlaan ha stampato un 27’02” che le è valso il successo della cronometro Juniores, ma la gara da copertina è della splendida Camilla Alessio, seconda a scendere sul tracciato ma seconda – per soli 6”- anche al traguardo, per giunta alla sua sola seconda cronometro della stagione. Terza la britannica Elynor Backstedt, deluse le grandi favorite Vittoria Guazzini e Hannah Ludwig.

La prova si è svolta su un percorso di 20 km, da Hall-Wattens ad Innsbruck, prevalentemente pianeggiante nella prima metà ma ricco di brevi salite nella seconda parte. Un tracciato interessante che ha messo alla prova la condizione e le caratteristiche delle atlete in gara. Per quanto riguarda l’Italia, grandi speranze erano riposte in Vittoria Guazzini, autrice di una grande estate su pista e pronta a dar battaglia alle avversarie. Tra le 46 iscritte e pronte a succedere alla nostra Elena Pirrone, partivano con buone aspettative anche l’australiana Sarah Gigante, la francese Marie Le Net, la britannica Georgi Pfeiffer, la tedesca Hannah Ludwig e le olandesi Rozemarijn Ammerlaan e Britt Knaven.

Prima atleta a prendere il via la campionessa kazaka Anzhela Solovyeva, che insieme alle prime atlete impegnate in gara ha dovuto fare i conti con delle condizioni atmosferiche non ottimali, con pioggia e fondo stradale viscido lungo gran parte del tracciato. Con il miglioramento del tempo e la partenza delle favorite i tempi, come logico, sono scesi sensibilmente anche se quello fatto segnare dalla debuttante azzurra Camilla Alessio ha fatto tribolare tutte le avversarie. La classe 2001 ha terminato con un 27’09” di grandissima caratura, a maggior ragione se si tiene a mente che ha recuperato l’intervallo di 1’30” che la separava dall’atleta che la precedeva alla pedana di partenza, che è una Juniores primo anno e che è stata in grado di mettersi dietro atlete quotate e più grandi di lei anagraficamente come Elynor Backstedt, Britt Knaven e Marie Le Net.

È servita una prestazione maiuscola a Rozemarijn Ammerlaan per spodestare, per soli 6” di scarto, Camilla Alessio dall’hotspot, segnando l’altro tempo di riferimento per le altre favoritissime, che però non sono state in grado d’impensierirlo. Niente da fare per Vittoria Guazzini, sesta al traguardo e fuori dal podio per 7” soltanto. Delusa al traguardo anche la terza italiana Gloria Bariani, comunque autrice di un 28’24” non distante dalla prestazione della compagna Alessio.

Mondiali di Innsbruck 2018, cronometro Juniores – Top 10

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!