E’ il giorno della finale più attesa, quella dei 200 sl con Federica Pellegrini, alla sua settima finale Mondiale. E Fede è stata a stratosferica: ha vinto in 1’54″73, ha battuto la campionessa olimpica, ha fatto una gara meravigliosa, con una quarta vasca pazzesca, si è divorata le rivali con una progressione da lasciare sbalorditi. Alle sue spalle l’americana Katie Ledecky, che ha chiuso in 1’55″18 a pari merito con l’australiana Emma McKeon.

Federica Pellegrini scrive una pagina indelebile dello sport italiano. Alla Duna Arena di Budapest, la ‘Divina’ del nuoto vince una straordinaria medaglia d’oro nei 200 metri stile libero, diventando la prima nuotatrice a conquistare 7 medaglie mondiali nella medesima gara. Quella della Pellegrini è una prova straordinaria, da applausi, semplicemente perfetta. Fede gira ai 150 metri intorno alla quinta posizione e poi compie una rimonta impressionante con un ultimo 50 sbalorditivo che annichilisce la concorrenza. L’azzurra chiude con il tempo di 1’54″73 che le consente di mettersi alle spalle la super favorita della vigilia, quella Katie Ledecky (1’55″18) campionessa del mondo e campionessa olimpica in carica e l’australiana Emma McKeon che, dopo essere stata avanti per 150 metri, deve inchinarsi alla rimonta della ‘cannibale’ Pellegrini.

A sei anni di distanza da Shanghai 2011, super Fede torna dunque sul gradino più alto del podio di quella che è la ‘sua’ gara, affermandosi come una delle più forti nuotatrici di tutti i tempi. Dopo la vittoria, Federica stupisce tutti: “Farò altre gare in carriera, ma questi saranno gli ultimi 200 metri stile libero che nuoterò”, l’annuncio choc dell’azzurra. “Sono in pace con me stessa – prosegue la Pellegrini -. Farò un altro percorso agonistico e arriverò comunque a Tokyo”.