Vari

Morte Marianna Pepe: due indagati. Una notte di violenza e farmaci

marianna Pepe
Photo by Alessandro Albert/Getty Images)

Le indagini sulla morte della campionessa di tiro Marianna Pepe stanno portando alla luce una serie di inquietanti novità. La sera prima della morte la donna sarebbe stata picchiata violentemente dall’ex compagno, probabilmente davanti al figlio di lei. Per sfuggire alla violenza Pepe ha chiesto ospitalità a un amico. Una volta dentro l’abitazione la donna avrebbe assunto cocaina e probabilmente farmaci. Poche ore dopo il decesso. Nei prossimi giorni l’autopsia farà luce su quanto avvenuto.
Pare che qualche tempo fa Marianna si fosse rivolta al Goap «Gruppo operatrici antiviolenza e progetti» di Trieste per trovare sostegno per fronteggiare quell’uomo che non si rassegnava alla fine della loro storia.
Solo una settimana fa, a Trieste, Pepe aveva partecipato alle celebrazioni del Giorno dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare