Atletica

Nadia Battocletti campionessa europea di cross under 20

48361182_2273924009493859_1504543837110927360_n

Nadia Battocletti è la nuova  campionessa europea di cross under 20. Da tempo l’atletica italiana era alla ricerca di una protagonista del mezzofondo, dopo i fasti di Gabriella Dorio, Roberta Brunet e altre e oggi l’ha trovata. La trentina, classe 2000, che qualche giorno fa aveva trionfato al Carsolina ha così vinto il titolo europeo under 20 di corsa campestre a Tilburg (Olanda). Una gara da protagonista fin dai primi chilometri, nonostante le insidie climatiche (freddo) e “geologiche” (terreno pesante, a tratti sabbioso) nella località lacustre dei Paesi Bassi. All’inizio è stata l’olandese Blokhuis a condurre il ritmo, forte sin dal via, poi a metà gara Nadia ha allungato, dando quasi l’impressione della fuga solitaria. Poco dopo l’azzurrina è stata raggiunta da un quartetto comprendente la spagnola Gallardo, la svizzera Sclabas e la turca Kalkan. A seicento metri dal traguardo, altro strappo di Nadia, questa volta decisivo. Negli ultimi cinquanta metri la ragazza figlia d’arte (il padre, Giuliano è stato a sua volta azzurro di campestre) si è voltata verso il pubblico, quasi con gesto liberatorio, conquistando il titolo continentale under 20 in 13’46” (3,4 km) davanti alla svizzera Sclabas, preceduta di un solo secondo.
Per la prima volta, nella storia della rassegna crossistica, un successo femminile italiano. “E’ un sogno, non me l’aspettavo – sono state le sue dichiarazioni dopo l’arrivo – nel bosco sentivo di avere energie e così, a 300 m dalla fine, sono partita in volata. La dedica va ai miei genitori”.
L’Italia under 20 femminile è stata quinta nella classifica per nazioni vinta dalla Gran Bretagna. Punti importanti sono venuti dalla piemontese Elisa Palmero (18°) e dalla genovese Ludovica Cavalli (22°). Settima L’Italia under   23: qui il piazzamento migliore è venuto dalla veneta Rebecca Lonedo, 18° dopo avere corso in testa per buona parte della gara. Non all’altezza l’Italia fra le seniores: solo 39° Valeria Roffino. Ampliando lo sguardo al campo maschile, segnaliamo il bronzo a squadre fra i seniores, anche se da Yeman Crippa, sesto al traguardo, era lecito aspettarsi qualcosa di più……………

Informazioni sull'autore

Danilo Mazzone

Danilo Mazzone

In gioventù campione ligure 5000 m e maratona. Giornalista pubblicista (specializzazione sportiva: atletica e podismo) collaboratore dei quotidiani "Il Secolo XIX", "Gazzetta dello Sport", "Corriere Mercantile", "Repubblica". Collaboratore del mensile nazionale "Correre" e della rivista "Atletica Leggera". Blogger del sito Corriliguria. Addetto stampa della Fidal (Federazione di Atletica Leggera) ligure. Addetto stampa della Mezza Maratona Internazionale delle Due Perle (Santa Margherita Ligure). Per sette anni docente a contratto di Storia dello sport presso la Facoltà di Scienze Motorie dell'Università di Genova. Autore del libro "Manuale di Storia dello Sport", Dynamicon Edizioni, Milano, 2016. Istruttore di atletica leggera e personal trainer

Commenta

Clicca qui per commentare