Gioca, vince e si diverte. Nicole Orlando è la dimostrazione vivente che non ci sono ostacoli insuperabili quando si ha la voglia tremenda di raggiungere un obiettivo. Le hanno fatto i complimenti Papa Francesco ma anche il presidente della Repubblica Mattarella e milioni di spettatori della trasmissione di Rai Uno “Ballando sotto le stelle” che l’hanno vista esibirsi.

Qualche tempo fa ha riscritto, per l’ennesima volta, la storia dell’atletica leggera Fisdir dopo gli ottimi piazzamenti ai Mondiali del 2015 in Sudafrica e ai Trisome Games di Firenze. Alla prima gara ufficiale nel 2018, l’atleta del Team Ability La Marmora si è infatti laureata campionessa italiana nel triathlon ai campionati indoor di Ancona. Ma oltre alla nuova medaglia d’oro, anche un nuovo record italiano nei 60 metri piani e un ben augurante record europeo nel lancio del peso: un 6,15 metri da applausi.

“Ho scritto il libro “ Vietato dire non ce la faccio” perchè voglio far capire ai ragazzi che devono imparare tanto e che non devono mollare mai. Il mio obiettivo è far capire a tutti che per raggiungere un obiettivo prefissato occorre molta applicazione e buona volontà. Ai ragazzi che vengono esclusi o hanno difficoltà dico: fate vedere chi siete, andate avanti e non mollate mai”.

Nicole Orlando nasce a Biella l’8 novembre 1993. Atleta paralimpica di fama mondiale con Sindrome di Down e pertanto la sua federazione di riferimento è la FISDIR, Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale, e le sue competizione fanno parte della classe IAADS. Grazie alla mamma Roberta e papà Giovambattista, che la tesserano per la società di ginnastica “La Marmora – Team Ability Biella”, Nicole inizia l’attività sportiva a soli tre anni cimentandosi in molte discipline: ginnastica e nuoto su tutte, ma anche tiro con l’arco e basket per poi scegliere definitivamente l’Atletica Leggera.

Si specializza sui 100 e 200 mt, nel lancio del giavellotto, nel salto in lungo e nel triathlon, con ottimi piazzamenti. Nel 2013 entra a far parte della nazionale e si impone subito, grazie alle sue capacità e alla sua grande tenacia.

Nicole aveva sorpreso tutti nelle ultime Olimpiadi del 2105 dove ha lasciato il segno. In Sud Africa, a Bloemfontein, un record del mondo, quello del triathlon (lancio del peso, salto in lungo e 100 metri) e poi tre medaglie d’oro, nei 100, nel lungo e nella 4×100 metri aggiungendo l’argento nei 200 metri.

Insomma una ragazza speciale capace di fare cose speciali. O semplicemente di vivere con il sorriso ricordandosi che è “Vietato dire non ce la faccio”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!