Maria Rosa “Ninna” Quario, protagonista della Valanga Rosa degli Anni 80 e madre della campionessa del mondo Federica Brignone, è stata raggiunta dal coronavirus ma ora sta meglio.
Sono stata male, sì, ma adesso sto bene, benissimo, mi sembra di non essere stata mai meglio in vita mia – scrive sul Il Giornale-. Perché quando ogni giorno ti svegli, non sai quanto la tua routine possa non essere affatto normale se invece ti svegli dopo una notte da incubo, ti giri e ti rigiri per trovare la forza non dico di alzarti, ma di muoverti“.
L’ex campionessa, 15 podi in coppa del mondo, con 4 successi tra il 1979 e il 1983 racconta. “Tutto è cominciato attorno al 20 di marzo, una settimana dopo il ritorno di Federica dalla Svezia, dove l’11 marzo è diventata la prima sciatrice italiana a vincere la coppa del mondo generale… Un trionfo storico. Uno shock per tutta la famiglia, anche per me ovviamente, da sempre la più emotiva. Chissà dove diavolo l’ho preso”. Ma proprio “Federica mi ha fatto da infermiera, obbligandomi a bere, portandomi le medicine. La situazione è peggiorata e meno male che è stata chiamata l’ambulanza, perché di notte non respiravo più“.
La figlia Federica Brignone sta bene: “Fede è asintomatica e continua ad allenarsi“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!