Campionati assoluti primaverili di nuoto UnipolSai in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione. Il primo pass azzurro per i mondiali, in ordine cronologico, lo strappa ufficialmente Simona Quadarella che vince gli 800 stile libero in 8’25”55.
Cinque giorni di gare, fino a sabato 6 aprile, che qualificano ai campionati mondiali di Gwangju, in Corea del Sud, dal 21 al 28 luglio. In vasca 685 atleti di 183 società.
Quadarella – tesserata per Fiamme Rosse e CC Aniene, allenata da Christian Minotti e oro europeo nei 400, 800 e 1500 stile libero a Glasgow 2018 – stampa la quarta prestazione mondiale dell’anno e settima personale di sempre
“Con Christian c’eravamo prefissati questo tipo di gara – spiega la 20enne di Roma, bronzo iridiato nei 1500 a Budapest 2017 e argento mondiali in vasca corta negli 800 Hangzou 2018 – Forse ho fatico un po’ nella seconda parte ma va bene così, considerando che questa è solo una fase di una lunga stagione. Sono soddisfatta e fiduciosa perchè sta andando tutto bene”.
Con lei sul podio dei Campionati Assoluti di nuoto due giovani di belle speranze come Alisia Tettamanzi (Marina Militare/Nuotatori Milanesi) seconda con il personale in 8’33”55 (prec. 8’34”62) e la veneta Giulia Salin (Nuoto Venezia) in 8’33”64.

Sotto al tempo iridato anche tra la pirimatista italiana Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) e Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika) che nei 100 rana chiudono rispettivamente in 1’07”04 e 1’07”11. “Il duello con Arianna è sempre molto bello e stimolante – spiega Carraro, allieva di Cesare Casella e bronzo mondiali in vasca corta nei 50 – Non sono molto contenta invece per quanto nuotato”. “Dopo qualche problema durante la preparazione adesso mi sento molto meglio – continua Castiglioni, preparata dal tecnico federale Gianni Leoni e terza agli Europei di Glasgow nei 50, 100 rana e con la 4×100 mista – Oggi pomeriggio era importante ottenere la qualificazione per i mondiali“.
Chiude sesta la quattrodicenne di Taranto Benedetta Pilato – tesserata per Fimco Sport – che tocca in 1’08”88 record italiano ragazze che abbassa ulteriormente l’1’10”15 siglato in mattinata.
Nei 400 misti Ilaria Cucinato chiude con un po’ di delusione. La vice campionessa europea si impone in 4’37”45 sei centesimi in più del limite per i mondiali (4’37”3), per un tempo che è comunque il terzo mondiale stagionale.
Successo della staffetta 4×100 stile libero dei Carabinieri (Elena Di Liddo 56”20, Paola Biagioli 54”87, Rachele Ceracchi 56”21 e Silvia Di Pietro 54”21) in 3’41”49; quarta la CC Aniene in 3’43”90 con Federica Pellegrini che in 53”71 nuota la frazione lanciata più veloce.

800 stile libero fem
tempo limite iridato 8’26”5
1. Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene) 8’25”55
2. Alisia Tettamanzi (Marina Militare/Nuotatori Milanesi) 8’33”55 pp (precedente 8’34”62 del 10/04/2018 a Riccione)
3. Giulia Salin (Nuoto Venezia) 8’33”64

100 rana fem
tempo limite iridato 1’07”1
1. Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 1’07”04
2. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika) 1’07”11
3. Natalia Foffi (In Sport Rane Rosse) 1’08”55 pp (precedente 1’08”93 in batteria)

400 misti fem
tempo limite iridato 4’37”3
1. Ilaria Cusinato (Fiamme Oro/Team Veneto) 4’37”45
2. Carlotta Toni (Esercito/RN Florentia) 4’42”33
3. Luisa Trombetti (Fiamme Oro/RN Torino) 4’42”92

x100 stile libero fem
1. Carabinieri 3’41”49
(Elena Di Liddo 56”20, Paola Biagioli 54”87, Rachele Ceracchi 56”21, Silvia Di Pietro 54”21)
2. Esercito 3’41”71
3. Fiamme Oro 3’42”96

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!