Ancora emozioni al 56° Trofeo Sette Colli di nuoto di Roma. Benedetta Pilato, 14 anni, iscritta al Liceo Scientifico di Taranto con il massimo dei voti, fissa il record italiano assoluto dei 50 rana con 30″13.
Sono felicissima, incredula – dice Benedetta – In realtà non puntavo a niente, speravo di fare il mio personale ma avevo anche paura di peggiorarmi. Ho un po’ sgambato all’inizio e forse ho perso qualche centesimo“.
Nei 100 farfalle Ilaria Bianchi andrà ai Mondiali di nuoto di Gwangju vincendo un 57″50. Secondo posto Di Liddo.

Federica Pellegrini dopo l’ottimo 50 di ieri, sfiorando il record italiano, nei suoi 100 stile libero prende le misure alla campionessa olimpica dei 50 a Rio de Janeiro 2016 Pernille Blume ed alla campionessa olimpica di Pechino 2008 con la 4×100 stile libero, bicampionessa mondiale (Roma 2009 e Shanghai 2011 sempre con la 4×100) e pluricampionessa euroepa Femke Heemskerk. Ognuna vince la propria batteria: Fede chiude la sesta a 54″32 (26″71 ai 50 metri), l’olandese la settima con 53″84 (26″02) e la danese l’ultima con 53″87 (25″96). La classifica provvisoria vede avanti Heemskerk, seguita da Blume e Pellegrini. “Sarà una finale stellare – assicura Fede – Molto entusiasmente. Mi sento bene e veloce, come dimostra il cinquanta di venerdì“.
Decima e in finale B la primatista italiana dei 50 stile libero e 50 farfalla Sivlia Di Pietro (Carabinieri/Aniene, allenata da Mirko Nozzolillo) con il tempo di 55″43 e il passaggio di 26″73.