Nuoto

Nuoto sincronizzato / La Nazionale si raduna in vista dei Mondiali: le nove convocate

Fonte: FIN

Proseguono i raduni della nazionale che si ritroverà dal 26 aprile al 7 maggio al Centro Federale di Pietralata a Roma, per poi trasferirsi fino all’11 maggio a Savona. Nel mirino i mondiali di Gwangju (12-20 luglio).
Nove le convocate dal direttore tecnico Patrizia Giallombardo: Beatrice Callegari (Marina Militare/Montebelluna Nuoto), Domiziana Cavanna (Fiamme Oro/RN Savona), Linda Cerruti (Marina Militare/RN Savona), Francesca Deidda (Fiamme Oro/Promogest), Costanza Di Camillo (Marina Militare/RN Savona), Costanza Ferro (Marina Militare/RN Savona), Gemma Galli (Marina Militare/Busto Nuoto), Alessia Pezone (Fiamme Oro/Aurelia Nuoto), Enrica Piccoli (Fiamme Oro/Montebelluna Nuoto).
Completano lo staff i tecnici federali Roberta Farinelli, Yumiko Tomomatsu, Giovanna Burlando e Rossella Pibiri, i tecnici Anastasia Ermakova, Rossana Rocci e Nicola Marconi, i preparatori atletici Stephan Miermont, Annabella Cini e Siliva Scatola, il preparatore acrobatico Adolfo Lampronti, il medico Gianfranco Colombo e la fisioterapista Sara Lupo.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare