L’Italia di pallavolo femminile esce nei quarti di finale delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Le azzurre sono state nettamente sconfitte dalla Serbia per tre set a zero (25-21, 25-14, 25-21 i parziali).  
Una squadra giovane che fa ben sperare per i prossimi Giochi di Parigi, ma che deve crescere e soprattutto diminuire gli errori. Sicuramente c’è grande rammarico per l’andamento di questo torneo che era iniziato con tre successi, ma che poi ha visto Sylla e compagne smarrirsi strada facendo. Resta un grande amaro in bocca per quelle due evitabili sconfitte nei gironi, la prima contro una Cina già eliminata e poi con gli Usa, che ci hanno condannato ai sorteggi.
“Ho il cuore distrutto per questa sconfitta, così come le mie compagne”, ha commentato la capitana dell’Italvolley Miriam Sylla – C’e’ poco da dire, se perdi 3-0 vuol dire che non ha funzionato niente“.

ITALIA-SERBIA 0-3 (21-25, 14-25, 21-25)
ITALIA: Malinov 1, Egonu 16, Danesi 6, Fahr 2, Pietrini 7, Bosetti 6, De Gennaro (L). Sorokaite, Orro 1, Sylla, Chirichella 1, Folie 2. All: Mazzanti
SERBIA: Busa 5, Popovic M. 6, Ognjenovic 4, Rasic 10, Boskovic 24, Milenkovic 6, Popovic S. (L). Ne: Mirkovic, Bjelica, Aleksic, Blagojevic, Mihajlovic. All: Terzic
Arbitri: Turci (BRA), Makshanov (RUS)
Durata set: 24’, 22’, 26’
Italia: a 2 bs 3 mv 7 et 20
Serbia: a 2 bs 2 mv 10 et 14

Foto: Federvolley