Ottimo esordio alle Olimpiadi per la Nazionale italiana di pallavolo femminile. Le azzurre hanno battuto con un netto 3-0 (25-23, 25-19, 25-14) la Russia.

La partita contro la Russia

.
Per l’esordio nel torneo olimpico il CT Davide Mazzanti ha scelto come formazione di partenza Malinov in palleggio, Egonu opposto, Danesi e Fahr centrali, Pietrini e Bosetti schiacciatrici con De Gennaro libero.
Roc schierata da Busato con Startseva in palleggio, Goncharova opposto, Koroleva e Fetisova centrali, Voronkova e Fedorovtseva schiacciatrici con Podkopaeva libero.
Primo set equilibrato con due squadre che si sono vicendevolmente rincorse con tentativi di fuga puntualmente falliti. Ciò che conta è che nel finale le azzurre hanno piazzato l’allungo decisivo valso l’1-0 grazie al 25-23 conclusivo.
L’equilibrio di fatto si spezza fino al 14-13, momento in cui le azzurre hanno cominciato a scavare il solco poi rivelatosi decisivo (+6 20-14) anche grazie a un buon turno al servizio di Sorokaite. Fallita una prima palla set, le azzurre si sono poi portate sul 2-0 in virtù del 25-19 decretato da un’intuizione di Malinov che ha sorpreso la difesa della Russia.
Nel terzo set le azzurre ancora brave a tenere sempre a distanza le avversarie (16-9) e a gestire la situazione fino al 3-0 conclusivo. 

I commenti dei protagonisti:

Il ct Mazzanti è soddisfatto: “All’esordio non sai mai cosa aspettarti, c’era tanta emozione; non avendo giocato molto non sai mai cosa aspettarti. Devo dire che abbiamo fatto benissimo in fase break, mentre in quella di cambio palla abbiamo ancora margine, ma le difficili partite che ci aspettano nel girone ci aiuteranno da questo punto di vista. C’è un bel clima in questo momento, alimentato dal primo giorno in cui le ragazze sono entrate in collegiale e devo dire che tutto quello che è stato fatto fino ad ora è stato caratterizzato da questo atteggiamento”. 
Elena Pietrini ha vinto l’emozione. “Sicuramente non ci aspettavamo una partita così, ma noi ce l’abbiamo messa tutta per indirizzarla dove volevamo; noi ci siamo divertite parecchio e credo che questa sia la cosa più importante. All’inizio c’è stata un po’ di emozione, ma io cerco sempre di non soffermarmi a pensare altrimenti tutto può diventare più complicato. Di solito entro in campo e mi concentro solo sulla gara altrimenti tutto può diventare più difficile”.

Il tabellino

ITALIA-ROC: 3-0 (25-23, 25-19, 25-14)
ITALIA: Malinov, Egonu 18, Danesi 6, Fahr 9, Pietrini 10, Bosetti 12, De Gennaro (L). Sorokaite 1, Chirichella, Orro 1. Ne: Folie, Sylla. All: Mazzanti
ROC: Koroleva 7, Fedorovtseva 10, Fetisova 3, Voronkova 7, Podkopaeva (L). Lazareva 1, Pilipenko, Smirnova, Enina, Matveeva. All: Busato
Arbitri: Rolf (USA), Maroszek (POL)
Durata set: 31’, 30’, 24’
Italia: a 5 bs mv 12 et 13
ROC: a 0 bs mv 4 et 21

Il calendario delle azzurre – orari italiani

Italia-Turchia (27/7, ore 9.25), Argentina (29/7, ore 02.00), Cina (31/7, ore 14.45) e Stati Uniti (2/8, ore 04.05).

Programma 25 luglio – orari italiani
Pool B: ROC – Italia 
Pool B: USA – Argentina ore 4.05
Pool A: Serbia – Repubblica Dominicana ore 7.20
Pool B: Cina – Turchia ore 9.25
Pool A: Giappone – Kenya ore 12.40
Pool A: Brasile – Corea del Sud ore 14.45

Pallavolo Femminile
Gironi
Pool A: Giappone, Serbia, Brasile, Corea del Sud, Repubblica Dominicana, Kenya.      
Pool B: Cina, Stati Uniti, ROC, Italia, Argentina, Turchia.

Formula

Dodici squadre partecipanti divise in due pool da 6. Le prime 4 di ciascuna pool si qualificano per i quarti di finale. La prima di una pool affronta la 4 dell’altra. Le seconde e le terze verranno accoppiate con un sorteggio.