“Il processo di candidatura per le Olimpiadi di Roma 2024 si è interrotto da questa settimana, sono stati spesi circa 13 milioni di euro. Spese non recuperabili”. Ha parlato così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, intervistato da Mix24 su Radio 24.

Compromesse probabilmente anche candidature future dell’Italia: “Perché il Comitato Olimpico Internazionale oramai è diventato diffidente nei confronti della politica italiana e soprattutto di chi ha cambiato idea. Perché una cosa che è doveroso dirla: non è che noi siamo partiti ascoltando un parere negativo, noi avevamo tutte le carte in regola e ci hanno detto cominciate la corsa, poi a dieci mesi dall’arrivo, quindi al 30esimo kilometro della maratona ci hanno detto fermate questa corsa perché sono cambiate le regole”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!