La prima riunione indoor è…luminosa. Domenica scorsa Luminosa Bogliolo del Cus Genova ha stabilito il nuovo record ligure dei 60 hs al Palasport di Aosta con 8”24, che è anche l’ottava prestazione italiana di tutti i tempi. Per un soffio la 24enne ragazza di Alassio non ha fatto segnare anche il minimo per i prossimi campionati europei indoor di Glasgow (8”14) , ma l’ostacolista allenata da Ezio Madonia e Antonio Dotti è sulla buona strada. A Aosta, nel corso del meeting “Sprint & hurdles” , Luminosa prima in batteria  ha corso in 8”31, nuovo record personale. Non ancora paga, l’azzurra ha vinto la finale in 8”24. Guardacaso, il vecchio limite (8”35) era stato stabilito proprio a Aosta! La “Vallèè” porta decisamente bene alla 24enne di Alassio, che nel 2018 è stata argento ai Giochi del Mediterraneo e semifinalista agli Europei di Berlino.
Dovessi dire – spiega la ragazza -mi aspettavo qualche centesimo in meno. Penso di avere margini di miglioramento”. La dimensione al chiuso non è il massimo per “Lumi”: “La distanza è troppo corta, poi gli spazi chiusi non mi sono mai piaciuti”. Nonostante questo, la cussina ha sfiorato il minimo per i prossimi Euroindoor già alla prima uscita: “Non devo e non voglio pensare troppo al tempo minimo da realizzare. Devo, certo, migliorare certi dettagli. La partenza e il passaggio dei primi due ostacoli. E’ una fase che ancora mi penalizza”.
Sembra di vederla preparare le partenze dai blocchi, curare il ritmo fra le barriere. Un’infinità di ripetizioni sotto la guida di Antonio Dotti (a Torino, dove studia Veterinaria) e a Albenga (dove la segue l’ex olimpionico dei 100 Ezio Madonia): “Non li ringrazierò mai troppo del fatto che mi tengono a bada. Sono molto esigente. Comunque sono contenti della prima uscita”. Ma non è forse quella la strada per arrivare in alto?

 

 

 

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!